TIT.jpg (17099 byte)
 
TRENO.jpg (13806 byte)
   
Martedì
8 marzo
2011

 

Tav, preoccupazioni dissolte?

Lorenzon: "Eppure ci sono cose che non ho capito"
Forse tutto questo silenzio nasconde un allontanamento fra cittadini e amministratori
  
Gent. redazione,
vorrei poter ritornare sull'argomento TAV questa volta non per fare domande (alle quali nessuno ha mai risposto comprese le 5 domande del direttore), ne tantomeno per esternare le mie perplessità,le mie preoccupazioni, rischierei di sentirmi ripetere che non sò spiegarmi; forse non parlo lo stesso linguaggio di chi è stato abituato a dire sempre "ho capito ".

Detto questo però quello che mi ha particolarmente colpito è che da parecchio (troppo) tempo, non si parla più di TAV e delle problematiche
ad essa legate; questo io credo sia dovuto a un "miracolo", e chi può fare i "miracoli " se non chi ha poteri eccezionalmente grandi da poter in poco tempo dissolvere nel nulla le preoccupazioni, i dubbi, il bisogno di capire e infine perfino i numerosi interventi dei lettori di Roncade.it?.

Certo,magari anche chi è dotato di questi eccezionali poteri ha bisogno di "confrontarsi" con chi questi poteri non ne ha ma magari ha qualche idea terra-terra e quindi un viaggio a San Donà può essere sempre utile, se non altro per assistere alla sfilata dei trattori.

A parte questa parentesi fantasiosa e in attesa che qualcuna faccia "evaporare" quel senso di superiorità e di grandezza (forse anche arroganza),
di realistico c'è che la nostra (?) amministrazione stà lavorando per presentare una serie di emendamenti, chiedo scusa, di proposte atte a rendere più accettabile ed un impatto meno devastante della TAV nel nostro territorio.

Questo credo sia importante, riuscire a concretizzare quello che troppo spesso rimane nei nostri desideri nei nostri sogni, nei nostri obbiettivi,
forse tutti assieme potremmo riuscirci, o forse è utile che persone normali come me rimangono fuori ad attendere, attendere e sperare che le capacità altrui raggiungano l'obbiettivo sperato. "Convincere Chisso e i suoi a una visione che guardi allo sviluppo della realtà nei prossimi cento anni", forse l'unico intervento apprezzato e applaudito da tutti i partecipanti, fatto da chi,forse  poteri eccezionali non ne ha; il resto retorica.

P.S.
NON è CHE QUESTO SILENZIO OLTRE A ESSERE INTESO COME L'AVER CAPITO TUTTO, NON POSSA ESSERE UN SEGNALE PREOCCUPANTE DI ALLONTANAMENTO DEL CITTADINO DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ? E SE COSI' FOSSE A CHI POTREBBE INTERESSARE?

Grazie per lo spazio.

Zeno Lorenzon

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665