TIT.jpg (17099 byte)
 
GIACOM.jpg (14082 byte)
   
Giovedì
19 maggio
2011

 

Perché non avete votato?

Giacometti: "Gradirei una spiegazione da parte di uno dei 4397"
Fra astensione, schede bianche e nulle a Roncade si arriva al 41%. E' la Provincia percepita come inutile o c'è dell'altro?
  
Gentile direttore,

la normale euforia di questi giorni, in cui anche chi ha palesemente perso arriva a dire che c’è stato un pareggio, mi ha spinto a vedere ed analizzare i voti raccolti nel nostro comune per scoprirne qualche elemento interessante.
Tutto come previsto e come pronosticabile chi doveva vincere ha vinto anche se con qualche punto in meno di quanto ci si aspettava, ma sempre vinto al primo turno ha, quindi tanto di cappello e in bocca al lupo ….

Quello su cui mi voglio soffermare è un dato diverso, quello riguardante i secondo partito emerso da queste elezioni nel territorio di Roncade, ovvero il partito dei “non voto”, che conta una percentuale del 37.92 % se poi ci aggiungiamo anche le schede bianche e nulla questo partito si ferma al 41.03 %. 4397 nostri concittadini non si sono neppure mossi da casa (non sono certo andati al mare, considerando il tempo meteorologico di domenica) e 362 hanno manifestato le loro perplessità votando scheda bianca o nulla, ammettiamo che la confusione dei vari sistemi elettorali abbia indotto in errore qualcuno, ma rimane sempre un dato molto alto. Ricordo che alle ultime elezioni comunali la percentuale di chi aveva votato era stata del 77.75 % e chi non aveva votato era stato il 22.25 %

Perché, in una elezione locale vi è un così alto tasso di astensionismo ? Potrebbe essere argomento di dibattito per tutte le forze politiche, ma proprio tutte vincitori e vinti, perché questa altissima percentuale deve interrogarci.
Io nel mio piccolo azzardo una ipotesi, la gente comune è convinta che la Provincia serva veramente a poco e quel progetto che qualcuno aveva a mente di abolirle questo ente debba andare avanti e trovare finalmente un epilogo positivo, anche alla luce della nostra Costituzione. Certe competenze della Provincia possono tranquillamente essere svolte dalla Regione che non è molto lontana e altre dai comuni. Invece mi risulta che a livello centrale non solo si sono fatte delle nuove province, ma vi è il progetto di costituirne altre.

Altra ipotesi ben più triste è il calo del senso civico, l’elezione viene vista come inutile rito di una stanca democrazia ripetitiva e statica, fosse vera questa ipotesi abbiamo molto da lavorare soprattutto nel rispetto di chi tra i nostri padri ha dato qualche anno della propria vita o la vita stessa per questo valore democratico di partecipazione, qui ci sarebbe lavoro per noi insegnanti per educare e far crescere nuove generazioni più coscienti.
Nel merito mi piacerebbe che qualche politico locale esprimesse la sua opinione aldilà del più 2% o meno 2% , che sono dati molto relativi, o qualcuno che non è andato a votare i spiegasse i suoi motivi, magari nell’anonimato rispettabile.

Aspetto smentite circa l’inutilità dell’ente provincia e stroncature politiche da parte di chi è convinto di aver trionfato.

Grazie per l’attenzione
 

Paolo Giacometti

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665