TIT.jpg (17099 byte)
 
QUIMBY.jpg (13049 byte)
   
Giovedì
14 aprile
2011

 

Ruspe, è solo sistemazione agraria

Favero: "Nessuno scavo a S. Cipriano. Si spalmano 22 cm di terra"
L'ipotesi dell'esistenza di un insediamento paleoveneto, del resto, non è mai stata confermata
  
Egregio Direttore,

il Sig. Sartor Ivano, sempre particolarmente sensibile agli argomenti storici che riguardano il nostro territorio, ha avuto modo di segnalare su questa rubrica la sua preoccupazione per i lavori di movimento terra avviati dalla proprietà sul terreno sito in via Trento Trieste compreso fra la storica “fabbrica” e la Chiesa Vecchia di San Cipriano, dove sostiene possa trovarsi un insediamento archeologico risalente al periodo Paleoveneto (ipotesi peraltro fin qui mai ufficialmente confermata dalle preposte istituzioni pubbliche).

Nel merito riferisco che i lavori in atto non riguardano attività edilizia propedeutica alla realizzazione di nuove costruzioni né, del resto, sarebbe possibile lì edificare visto che l’attuale strumento urbanistico la destina quale “zona agricola non integra comprendente, in parte, ambiti territoriali cui attribuire i corrispondenti di tutela, riqualificazione e valorizzazione”.
Trattasi di un intervento di sistemazione agraria, come regolarmente segnalato all’ufficio dalla ditta proprietaria, che pone in essere un livellamento di terreno con asporto di 22 cm. di materiale dalla parte più alta (fronte su via Trento Trieste) in favore di quella più bassa (verso lo scolo Pentia). Tanto è stato confermato dal sopralluogo di routine svolto dai tecnici del settore competente.

Allo stato, vista anche la modesta quantità di materiale interessato alla sistemazione agraria, non sono comunque apparsi reperti o strutture che possano far pensare a un sito archeologico.

Cordialità.

Il Vice Sindaco
Giorgio Favero

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665