TIT.jpg (16363 byte)
 
POLO.jpg (11077 byte)
   
Lunedì
4 gennaio
2010

 

Writers, parenti e veleni

Le offese a Mascia, la reazione del Pdl e l'ombra del Gringo
Il Centrodestra: l'amministrazione è irritata per l'imbrattamento, non per le parole. Avrà a che fare con le nostre richieste di chiarmenti?
  

COMUNICATO STAMPA

Il PDL di Roncade prende atto della rapida verifica ordinata alla Polizia Locale dal Sindaco riguardo alla scritta ingiuriosa nei confronti del consigliere comunale Mascia, comparsa a Biancade. Provvedimento doveroso!
Tuttavia, dalle frettolose righe dell’Assessore Tullio pare quasi che l’Amministrazione abbia deprecato il gesto dell’imbrattamento e non già la gravità di quanto scritto (e se fosse stata scritta in bacheca?).

E fa specie constatare che quella ingiuriosa scritta sia stata scritta il giorno dopo la comparsa sul “Gazzettino” della richiesta di chiarimenti, inoltrata proprio dal capogruppo Mascia al Sindaco in Consiglio Comunale ed anche al Prefetto, sulla legittimità delle nomine ad assessore del vicesindaco di Favero e della stessa Tullio (zio e nipote) ai sensi dello Statuto del Consiglio Comunale.

MASCIA.jpg (40314 byte)

Resta da parte nostra il profondo malessere per il degrado volgare ed ingiustificato dello scontro politico. Mai si era assistito a comportamenti così gravi. Oggi questo…e domani?

Questi comportamenti non ci appartengono e li contrasteremo con tutte le nostre forze e tutti i mezzi che la democrazia ed il convivere civile ci consentono.

Nel frattempo ovviamente è stata presentata denuncia alle autorità competenti.

Gruppo Consiliare PdL – Polo per Roncade

Coordinamento Comunale del PdL


2 gennaio 2010

Oggi la "infame scritta" è stata cancellata.
Pel resto che dire...che evidentemente con i dubbi sollevati nei giorni scorsi (incompatibilità in giunta tra Giorgio favero e Chiara Tullio) ho colpito nel segno, il nervo è scoperto e qualche CRETINO ha ben pensato di manifestarsi!

Il sindaco è stato avvertito da me della cosa. Io il 31 ovviamente, come atto dovuto, ho presentato formale denunzia ai CC contro ignoti.
Mi sorge assai sospetto che mi si apostrofi come "IGNORANTE" su un muro...(di solito i detrattori politici ti danno del cogl..., del figl...di put..., ecc...!) chiaro segno che la cosa è suggerita ad hoc e legata alla interpretazione dello Statuto comunale vigente(vedere art.57 comma 7) e del fatto che alcuno - il segretario politico dell'onorevole - cerchi di liquidar la cosa con "la legge lo consente"...ma allora se la legge sulle autonomie locali del 2000 (D.Lgs.267/2000) diceva cose diverse dallo Statuto che adottammo, e quella volta in commissione statuto c'erano proprio il Capogruppo Rubinato e il consulente - allora ancora tecnico terzo - Segretario Comunale, nel 2005 perchè Chi doveva correggerci non lo fece?

Perchè lo Statuto comunale può dire cose diverse, aggiungere vincoli o regole rispetto alla legge se non in contrasto con essa!

Sulla questione si dovr pronunziar comunque l'Autorità rappresentante del Governo..e poi rideremo.

Boris Mascia


30 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA


SCRITTE OFFENSIVE: L’AMMINISTRAZIONE CONDANNA IL GESTO.

Il Sindaco Rubinato ha disposto la verifica urgente, da parte del Comandante della Polizia Locale, di una scritta offensiva comparsa su una cabina dell’Enel, in località Biancade. La segnalazione è pervenuta in mattinata dal capogruppo Mascia Boris, oggetto degli epiteti provocatori.

«Deprechiamo il gesto, – spiega l’assessore alla Comunicazione istituzionale, Chiara Tullio – imbrattare i muri con provocazioni, non ha nulla a che spartire con la politica».

Il Sindaco ha disposto che le scritte vengano rimosse.

Assessorato alla Comunicazione Istituzionale

0422.846257 – 0422.846218

assessore.tullio@comune.roncade.tv.it

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665