TIT.jpg (17099 byte)
 
SCRAV.jpg (12955 byte)
   
Domenica
26 dicembre
2010

 

Scravassi orizzontali in via Pantiera

Se piove chi passeggia si inzuppa. Ma di lato
Due enormi pozzanghere mai rimediate minacciano i viandanti. Bisogna aspettare il Giro d'Italia?
  
Via Pantiera, un qualsiasi giorno di pioggia.

Sul lato destro, per chi si diriga verso l'incrocio con via Roma - via Garibaldi, si formano due larghe pozzanghere, a distanza di una ventina di metri l'una dall'altra, arginate a destra dal cordolo del marciapiede.

Non Ŕ una novitÓ. Sono lý da anni. L'acqua si accumula e non defluisce perchŔ le bocchette di scarico sono lontane, non c'Ŕ una pendenza corretta e comunque tutto il manto Ŕ irregolare, martoriato da ripetuti rattoppi.

SPRUZZO.jpg (136495 byte)

Il risultato, per chi proceda su quel marciapiede, Ŕ il rischio di essere spruzzato dalla testa ai piedi da acqua piovana spesso pure torbida. Contare sulla buona educazione degli automobilisti - nel senso di sperare che essi prevedano cosa possano provocare al loro passaggio, e che rallentino un po' magari cercando, se Ŕ possibile, di evitare la pozza - Ŕ poco meno che utopico. Chi guida raramente si preoccupa di quanto avviene alle proprie spalle e la sciacquata al pedone materialmente si consuma quando il mezzo Ŕ giÓ passato avanti.

Non siamo in aperta campagna. In molti si muovono a piedi o in bicicletta in questo punto di Roncade. In pochi metri ci sono un caseificio, un supermercato di generi alimentari, una macelleria, un'agenzia di assicurazioni, una casa canonica ed un centro parrocchiale. Poi la chiesa, con la gente che spesso - ad esempio in occasione dei funerali - parcheggia lungo i lati di questa parte iniziale di via Pantiera. Senza contare la cinquantina di famiglie che abitano, a destra e a sinistra, per due o trecento metri.

Forse la manutenzione di questa via Ŕ affidata a Soveim, nota per avere dei progettisti illuminati al punto da concepire quella ragade urbanistica che Ŕ Rio Sartor (e per la quale nessuno ha ancora pagato).
Forse bisogna chiedere che il prossimo percorso del Giro d'Italia passi per via Pantiera e che il manto abbia perci˛ quella revisione a panno di biliardo che abbiamo visto la primavera scorsa fra via Giovanni XXIII e via Roma.
Forse occorrerebbe che i cittadini di questa via si facessero sentire un po' di pi¨. I diritti - in questo caso il diritto di avere una strada decorosa e sicura - purtroppo spesso non piovono dal cielo e richiedono un minimo di civile battaglia. Inviare qualche e-mail non costa niente.
In realtÓ si dovrebbe fare affidamento sui consiglieri comunali ma questa, per quanto corretta, a Roncade Ŕ un'aspettativa puramente teorica.

L'importante, almeno, Ŕ che non si tiri fuori ancora una volta la storia della legge sul Patto di StabilitÓ per non intervenire perchŔ queste pozzanghere sono storiche e risalgono ad epoche precedenti.
Soprattutto, perchŔ la sicurezza di chi guida, cammina o pedala non Ŕ un tema contrattabile.

 

Roncade.it

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665