TIT.jpg (16363 byte)
 
ROBIN.jpg (13238 byte)
   
Lunedì
1 febbraio
2010

 

Gli inceneritori e gli striscioni censurati

Pezzato: "Erano due. Uno è sbiadito sul cavalcavia, e l'altro?"
La battaglia contro gli inceneritori prosegue, e i cittadini hanno bisogno che l’Amministrazione si spenda
  

Mi scuso se risulterò ripetitivo, l’argomento è vecchio e più volte trattato, ma ritengo necessario riprenderlo ancora una volta.
La questione è quella degli striscioni “No inceneritore” esposti nel nostro comune. O non esposti.

Tutti hanno visto quello affisso sul cavalcavia della Treviso-Mare, ormai ridotto ad un rettangolo di plastica quasi bianco, tanto le scritte sono sbiadite.
Per stimolare la memoria, ricordo che gli striscioni (erano due) sono stati pagati dal Comitato Cittadini e che l’accordo con l’Amministrazione prevedeva che uno venisse esposto nella piazza antistante il municipio, per massimizzarne la visibilità. Poi, all’improvviso, non è più stato possibile per l’intervento di alcuni soggetti pare favorevoli alla realizzazione degli inceneritori. Naturalmente i nomi di questi soggetti, anche se più volte richiesti non sono mai stati fatti, e lo striscione è finito sul cavalcavia.
Il secondo è stato esposto qualche settimana alla curva del capitello di Biancade, poi è scomparso, sepolto in chissà quale magazzino comunale.
Di questi tempi, girando per il territorio della provincia, è impossibile non notare enormi e colorati striscioni simili che le altre Amministrazioni hanno esposto senza remore o timori.

La nuova Giunta roncadese, forte dei numeri di maggioranza, ha recentemente ribadito la propria ferma contrarietà al progetto di Unindustria per gli impianti di Silea e Mogliano. A questo punto mi viene spontaneo chiedere pubblicamente all’assessore Daniel di riprendere in mano la questione degli striscioni, di disporre che quello superstite sia ritrovato ed esposto davanti al municipio.

La battaglia contro gli inceneritori che si sta portando avanti da anni prosegue, e i cittadini hanno bisogno che l’Amministrazione si spenda e si esponga al loro fianco in maniera decisa ed evidente.

Attendiamo sviluppi.
 

Lorenzo Pezzato
www.lorenzopezzato.it


N.B.: L'intervento di Lorenzo Pezzato qui pubblicato era stato inviato prima dell'approvazione, da parte del Consiglio Regionale del Veneto, dell'emendamento che subordina la discussione sugli inceneritori all'approvazione di un Piano Regionale dei rifiuti.
Un provvedimento che semplicemente "rimanda" il problema di alcuni mesi, essendo intenzione degli industriali di Treviso chiedere da subito precisi impegni sul positivo sviluppo dell'iter di autorizzazione alla costruzione degli impianti ai candidati alla presidenza della Regione.
Il pericolo, dunque, è tutt'altro che scampato e l'invito di Pezzato conserva perciò tutta la sua valenza.

Roncade.it

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665