TIT.jpg (16363 byte)
 
BUNNY.jpg (13153 byte)
   
Lunedì
19 aprile
2010

 

Tullio-Favero, un caso che non c'è

Pavan: "La nomina è legittima, c'è altro a cui pensare"
Il resto sono solo opinioni che hanno come effetto un chiacchiericcio inutile per tutti
  
In merito alle osservazioni manifestate dal direttore di Roncade.it, di Aldina Vincenzi, del consigliere Boris Mascia, nonché del gruppo consiliare della Lega Nord, ritengo opportuno, in qualità di capogruppo di maggioranza, fare alcune considerazioni sui fatti, per correttezza nei confronti dei cittadini.

La vicenda nasce dalla richiesta di conoscere la legittimità della nomina degli assessori Tullio e Favero, avanzata dal consigliere Mascia al sindaco e alla Prefettura di Treviso.
Sia il sindaco, su parere del segretario generale, che la Prefettura hanno dato una risposta chiara ed univoca: la nomina degli assessori Chiara Tullio e Giorgio Favero è del tutto legittima ed è conforme allo statuto e alla legge. Non solo, il consiglio comunale, per zelo e a maggiore conferma, ha voluto dare anche un’interpretazione autentica.

Il resto sono solo opinioni, che però non possono trascinare in polemiche inutili l’assessore Tullio che è una risorsa per tutti, come del resto è stato riconosciuto dal voto dei cittadini.
Il sindaco, in coerenza con l’impegno preso prima delle elezioni, nominando Chiara Tullio assessore, non ha fatto altro che rispettare i cittadini e la loro netta preferenza nei suoi confronti.
Per quanto poi riguarda l’ufficio di comunicazione del Comune, dobbiamo solo ringraziare l’assessore Tullio, la quale attualmente si fa carico di un lavoro che negli anni precedenti svolgeva l’addetta stampa, Aldina Vincenzi. Sappiamo che il ruolo dell’addetto stampa è necessario e per il futuro dovremo tornare a dotarcene, ma, data la difficoltà economica attuale, l’assessore Tullio ha deciso di mettersi temporaneamente a svolgere anche questo impegnativo servizio di coordinare le attività di comunicazione, destinando i soldi dell’addetto stampa, risparmiati, ai servizi sociali.

Spiace che si voglia creare un caso che non c’è.
Detto questo, il gruppo di maggioranza crede che ci siano cose più importanti a cui pensare, ben altri sono, infatti, i problemi dei cittadini in questo momento, per cui il direttore ci scuserà se non ritorneremo più sulla vicenda.

 

Il capogruppo di maggioranza
Francesco Pavan

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665