TIT.jpg (16363 byte)
 
STURM.jpg (15417 byte)
   
Lunedì
23 agosto
2010

 

Pavan, non scaldarti che ti fa male

Mascia: "Ricordati che fui io a venire a parlare all'Acab di certe cose"
Se tutte le firme migliori sono andate a Noventa, a cosa ci servirà lo scatolone sulla Treviso-Mare?
  

Egregio signor “allora Vicepresidente ACAB” Pavan - chiedo venia per l'errore - mi spiace se la sia presa tanto...le potrebbe far male alla salute almeno quanto il camminar/passar in bici per strade buie può esser rischioso per i Cittadini di Roncade!

Forse ha ragione quando dice <<..che non pratico molto l’ambiente...>>, né quello delle sacrestie né quello della Giunta…diversamente da alcuno che ha sempre bazzicato prima le Opposizioni consiliari, per far sentire la voce dello scontento che montava anche nel paese ove entrambi viviamo, e poi ad un tratto ha cominciato a frequentar assiduamente la Giunta fino al punto di “cambiar casacca” e mettersi a far politica con quelli fino a quel momento tanto criticati…legittimo ci mancherebbe!ma…
Mi permetto di ricordarLe nuovamente – e non perché io abbia la verità assoluta - che il primo a venir a spiegare a Voi commercianti di Biancade il Regolamento per l’insediamento delle Medie Strutture Commerciali, una sera d’estate nella sala del centro sociale di Biancade ben prima delle gite in Toscana, per l’appunto fu proprio il sottoscritto, in veste di Consigliere Comunale e …magari anche di tecnico visto che lavoravo nel settore in altra Amministrazione Pubblica. Ero stato invitato dal Signor Cagnin, tenuto assolutamente all’oscuro di tutto dalla Giunta Sartor di quel tempo e allarmato per le voci insistenti di gente che stava già vendendo grandi lotti commerciali sulla Treviso Mare…e cercava una licenza di attività alimentare da insediarvi. Da lì poi scaturirono i vari discorsi in Consiglio, in Consulta Attività Produttive, in piazza con lettere e repliche commercianti di Roncade e Amministrazione, con le associazioni del commercio dei due paesi e a livello provinciale…e pure la giterella…che è meglio non commentare ulteriormente.

I passi li ho seguiti tutti e, assieme ai colleghi di allora e di oggi, abbiamo cercato di tener informata la gente sempre…fino ad arrivare al giretto in elicottero di un paio d’anni fa e alla triste situazione in cui versa quel grande insediamento commerciale attualmente.

A proposito di ricadute “positive” sul territorio del Parco Commerciale/Outlet è significativo ricordare anche che l’intervento prevedeva inizialmente l’edificazione di una grande struttura ricettiva, a scapito quindi di quelle esistenti a Roncade e Biancade, che accogliesse “i torpedoni dei forzati dello shopping scontato mordi e fuggi” (motivo in più per dubitare di un qualsivoglia impatto positivo sul territorio), che è stato cancellato successivamente, arrivando a chieder al Comune la restituzione di €.134.000 più spiccioli di oneri di urbanizzazione già versati.

Infine c’è ancora da dire che se l’intervento “Outlet grandi firme” forse poteva aver una qualche ragion d’essere allora - pur mantenendo a mio avviso un effetto dirompente per il tessuto del commercio di vicinato come già ricordato - oggi che tutte le “grandi firme” sono approdate al concorrente di Noventa di Piave, e che la McArthurGlen ha mollato la gestione del Roncade Outlet Gallery…da cosa sarà riempito, se mai lo sarà, il grande scatolone sulla TV-Mare e qual beneficio mai potrà portare alla città?!

Una buona estate a tutti i Roncadese che hanno fin qui sopportato questa diatriba sterile…anche a Francesco Bugs Bunny che non vuol vedere…nemmeno alla romantica luce delle candele!

Boris Mascìa
Capogruppo Consiliare PdL Roncade

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665