TIT.jpg (16363 byte)
 
STURM.jpg (15417 byte)
   
Lunedì
9 agosto
2010

 

Piazza longa, colpo di grazia al commercio

Mascia: "Pavan, fingi di non capire ma vai in gita a Barberino"
Contro la piazza a senso unico o pedonalizzata abbiamo raccolto 500 firme. E vedrai i danni della "città murata"
  

Forse qualcuno finge di non capire!

Mi permetto di correggere qualche fuorviante interpretazione delle nostre posizioni tradotta a proprio uso e consumo dal Capogruppo Pavan.

Il Gruppo di Centro-Destra che da 15 anni lavora in Consiglio Comunale, e tra la gente, per cercare di far valere le istanze dei Roncadesi, pur da una posizione difficile di Minoranza, da sempre sostiene la difesa del Commercio locale di vicinato e la necessaria riqualificazione dei Centri Storici del Capoluogo e delle frazioni.
Solo con una seria politica di riqualificazione urbanistico-funzionale si può sperare che i commercianti locali riescano a sopravvivere alla crisi economica e alle sfide ahinoi sempre più pressanti della grande distribuzione.
E certo non giova affatto aver autorizzato, da parte dell’Amministrazione comunale di Roncade (pur con nomi differenti sempre dello stesso colore da svariate tornate!), l’insediamento all’ingresso del Capoluogo prima un “Parco Commerciale” poi trasformato in Outlet… benché oggi il gigante dai piedi d’argilla… sia fantasmatico! Queste non sono banalità!
Non voglio ricordare infatti le battaglie fatte dai banchi del consiglio contro il “nuovo” - allora - Piano del Commercio… che introduceva già nel 2002 la possibilità di insediare Centri commerciali di media struttura sulla Treviso Mare, ecc… fino a quelle contro i vari giochi di prestigio architettonici per arrivare alla definitiva strutturazione del colosso sotto gli occhi di tutti.
E a farle, motivando la contrarietà con dati oggettivi e con proposte alternative e più utili al territorio, c’eravamo io e gli altri colleghi del Centrodestra… mentre l’allora presidente dei commercianti di Biancade signor Pavan… andava in gita a Barberino…

Vi è di più.
Abbiamo da sempre avversato il progetto della Piazza Longa – e senza tema dico anche che mai abbiam proposto il senso unico o peggio la pedonalizzazione di Via Roma… men che meno in campagna elettorale! – perché lo ritenevamo e lo riteniamo il colpo di grazia al commercio di vicinato di Roncade capoluogo e delle frazioni.
E questa è anche l’opinione di circa 500 sottoscrittori di una petizione che proponemmo proprio all’indomani della presentazione al pubblico del progetto dell’Amministrazione… quando peraltro fu la gente di Roncade a sollevarsi contro l’assurdità di pedonalizzare Via Roma e piazza I Maggio.
Ricordo anche che qualcuno – la redazione di Roncade.it – vi suggerì di metter in soffitta il progetto almeno fino a dopo le elezioni… e così fu fatto per puro calcolo strategico-elettorale… mentre tutti si credeva che aveste avuto un’illuminazione e lo voleste ripensare con la collaborazione anche delle altre forze in campo.

Infatti l’allora Gruppo Consiliare “Polo per Roncade” aveva presentato un articolato progetto chiamato appunto “Le piazze di Roncade”, come seria e fattibile alternativa al criticabilissimo - e assai criticato dalla popolazione - progetto “Piazza Longa” ove si trovavano le soluzioni a tanti problemi da Voi non affrontati per il centro e le frazioni.
Il nostro progetto – realizzato a costo zero per la collettività diversamente dalle svariate decine di migliaia di euri degli incarichi ai soliti progettisti… compreso quello che "…venne a farci la storiella del nonno e della nipotina nea piassa dee oche!!!..." per quello dell’amministrazione – prevederebbe una serie di interventi con il coinvolgimento di privati e la responsabilizzazione delle categorie economiche locali tale da realizzarsi per stralci e a costi contenutissimi per l’Amministrazione comunale. Uno dei cardini inoltre è proprio il mantenimento del doppio senso di marcia nella via principale del centro – per rispondere in primis alle esigenze del trasporto pubblico, dei mezzi di sicurezza ma soprattutto dell’utenza commerciale di passaggio (chi si ferma per la colazione, per il giornale, per le sigarette, per…) – e la razionalizzazione dei parcheggi lungo Via Roma.… senza contare poi la riqualificazione organica degli edifici storici dei centri, vera ricchezza per Roncade… tutte cose non contemplate nel progetto della Piazza Longa.
Non è da ieri che Noi del Centro-Destra ci battiamo concretamente per difendere il Commercio locale e ci fa specie sentirci attribuire cose mai nemmeno pensate da chi “realmente banalizza” dei problemi serissimi per la sopravvivenza della Città di Roncade.

Piccola battuta finale: l’inserimento di Roncade tra le “Città murate”… andrà a diretto vantaggio della grande distribuzione poiché consentirà di non aver più regole né limiti per le chiusure festive e domenicali, cosa certo non sostenibile dai piccoli commercianti di vicinato bensì punto di forza di Grandi Strutture con forza lavoro coatta senza limite… chiedete ai sindacati.

Cordialmente,

Boris Mascìa
Capogruppo PdL di Roncade

N.B. Forse ha bisogno di una candelina anche il consigliere Pavan…

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665