TIT.jpg (16363 byte)
 
BIN.jpg (11655 byte)
   
Martedì
21 settembre
2010

 

Ribaltone alla Bcc, soci non informati

Marian: "Sono in assemblea da vent'anni, questo non è serio"
Se qualcosa non andava i consiglieri contrari al Presidente dovevano presentare una mozione. L'accaduto getta discredito
  

Egregio Direttore,

Le scrivo questa lettera dopo aver letto sulla “Tribuna di Treviso” del ribaltone alla Banca di Monastier e del Sile che ha sfiduciato il Presidente Claudio Bin.

Sono socio della Banca da quando è stato aperto uno sportello a Roncade e ho sempre partecipato alle Assemblee dei Soci, cercando di rendermi conto dell’operato della Banca e ponendo all’attenzione di qualche Amministratore il mio punto di vista su varie questioni.

Ho partecipato anche all’Assemblea nella quale è stato nominato l’attuale Consiglio di Amministrazione, approvando la relazione di mandato e la compagine amministrativa proposta.

Ora vengo a conoscenza di questo ribaltone da un articolo di giornale, e mi stupisco che i Soci non siano stati informati sui motivi che hanno portato a questa decisione.

Penso che se c’erano motivi validi per mettere in discussione la posizione del Presidente Bin, i Soci avessero il diritto di conoscenza.

Leggo che sei Consiglieri contro cinque sfiduciano il Presidente, affermando che si è trattato di una scelta dettata dal buon senso per ragioni di opportunità!

Ma dove sta la trasparenza e la chiarezza delle posizioni?

Se qualcosa non andava i consiglieri contrari al Presidente dovevano presentare una mozione e esigere una convocazione straordinaria dell’Assemblea per demandare ai Soci ogni utile decisione per la Banca.

Io credo che questo crei un enorme discredito alla Banca. Già in passato con la rimozione dell’ex-Direttore Generale la Banca non aveva brillato in democraticità e mai si sono saputi i veri motivi che portarono a tale azione. Tutto “top Secret”anche in questa occasione.

Tutto questo non è serio, ci sono i risparmi dei soci, di tanti cittadini delle Comunità locali, di tanti clienti e operatori economici che hanno fatto crescere la banca.

Per esempio, cosa dicono sull’avvenuto i Revisori dei conti e i Probiviri della Banca?

Spero che questa mia possa suscitare un proficuo dibattito per comportamenti più responsabili di chi era stato nominato per amministrare in maniera corretta, leale, trasparente e rispettosa dei Soci.

 

Marian Renato Franco
Socio da venti anni

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665