TIT.jpg (16363 byte)
 
FRED.jpg (13146 byte)
   
Mercoledì
27 ottobre
2010

 

Siamo solo voci nel deserto

Dino Lorenzon: "Pazienza i silenzi, ma sulla sicurezza non si scherza"
Attraversamenti pericolosi, porfido volante, illuminazione più simile alle luci votive. Il Palazzo ce l'ha con i piassarotti?
  

FERROVIA A MUSESTRE ? GIÀ STORIA, ORA C'E' L'OUTLET E DOMANI ???

Gentile Sign. Chiara Tullio leggo su Roncade.it organo d'informazione dei cittadini, dove i cittadini trovano ospitalità, notizie di una futura ferrovia a Musestre. Tra smentite, certezze e dubbi vari sembra proprio tutto vero e non rimane che ringraziare tanti cittadini molto accorti che con interventi appropriati volti a colmare i vuoti istituzionali nell'informare e far conoscere il futuro del loro paese, ci sono riusciti al posto dell' “Assessore alla Comunicazioni Istituzionale”.
Ciò mi lascia molto perplesso, non dimenticando le promesse elettorali.
Una cosa è certa: anche questa volta queste mie poche righe per una Roncade migliore probabilmente saranno travolte da un nuovo Orient express, Venezia Musestre Costantinopoli e mentre scrivo è in arrivo un'altro Orient express che si chiama outlet.

Da tempo, seguo le vicende del nostro comune, e in questi giorni ho raccolto un po' di cosucce da ricordare, tutte tratte da documenti del mio archivio, tutti istituzionalizzati, “parfino” protocollati dove mi permettevo di segnalare anche al difensore civico Sig Salvalaggio una quantità di cose tutte prioritarie a iniziare dalle misure di sicurezza, e non per salvaguardare i 95 abitanti della futura “piassa longa” ma di tutti i 14.000 abitanti del comune, quindi niente di personale. Con sorpresa, ebbi garanzie scritte di una rapida realizzazione “salvo complicazioni” con “nientemeno la promessa” che sarei stato aggiornato sulla attuazione di tali lavori, e con tanti ringraziamenti, alla mia sensibilità, a mio parere esagerati nella loro eccessiva eleganza da parte del Sig. Salvalaggio e dalla Signora Rubinato, Sindaco.

Tuttavia, pazienza per i suggerimenti disattesi, pazienza dei silenzi ma sulla sicurezza dei cittadini non si scherza, non si chiacchiera, accertato che non si spendono quattro soldi per dei lavori da eseguire come da regolamenti comunali vigenti per motivi tecnici tavole rotonde, studi di grandi luminari per la riqualificazione del centro storico. ormai è una chimera o un business. Poco importa essere in compagnia di Lorenzo Pezzato, Zeno Lorenzon e tanti altri, tanto, per il palazzo siamo una voce nel deserto

Il tutto consisteva, nel realizzare le regolamentari rampe di accesso per disabili sui portici di Via Roma e solo per carità cristiana (detta privacy) non allego le foto delle peripezie fatte dagli accompagnatori nel sollevare le carrozzine

Intanto i cittadini continuano a rischiare la pelle per attraversare la strada anche sulle zebre sia pur guardando a destra e a manca, passeggiare sotto i portici il rischio è doppio, primo mancano le zebre tra portico e portico quindi le macchine transitano liberamente e poi si corre il rischio di essere investiti dalle bici che transitano liberamente mancando i cartelli regolamentari che ne vietano il transito. Si potrebbe anche pensare a delle coperture “artefatte” di collegamento dei portici come le vere città, Roncade è una città, vedi esperienze positive già collaudate, a Bologna, Torino, altra chimera

Realizzare delle isole pedonali lungo via Roma, lo spazio è più che sufficiente basta copiare dal paese vicino di Bonisiolo, utili per la sicurezza dei pedoni, rallentare la velocità dei mezzi e una città più sicura. Clicca qui vedi suggerimento roncade.it 25 maggio 2009.

Illuminazione pubblica, meglio chiamarla "luci votive" insufficiente e sotto gli standard fin dalla nascita, una buona illuminazione è la prima misura di sicurezza in tutto il mondo, allontana malavitosi, malintenzionati e certe scene da pontebbana.

Ed è meglio non parlare del porfido volante.

Costa niente arretrare la fermata delle corriere dov'era in origine e cioè, davanti al portico dell'ex caffè Perinotto e magari con la vecchia tettoia in ferro, che bell'omaggio per i passeggeri, viaggiatori, turisti attendere, scendere e salire non più sotto la pioggia in mezzo la strada e come scenario gli annunci necrologici.

Considerata la totale assenza di vigili che vigilano, a tutt'altre faccende affaccendati, (fare cassa con la macchina fotografica) si potrebbe almeno posizionare delle sagome di vigili di cartone, esperienza già praticata altrove e con successo.

Non riesco a capire, del resto, come una amministrazione comunale “forse” per antipatia per i “piassarotti” mette 14000 abitanti nei disagi e magari anche di vergognarsi di avere un capoluogo così fatto. E' pur vero che molte cose potevano essere fatte anzitempo, ma non realizzarne alcune di costo quasi zero e rammentare che viviamo in ristrettezze Berlusconiane “diciamo” è poco carino.

Sempre a disposizione per una Roncade migliore porgo cordiali saluti

Dino Lorenzon

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665