TIT.jpg (17099 byte)
 
LEGA.jpg (17043 byte)
   
Martedì
16 novembre
2010

 

Scuole materne, Rubinato fa terrorismo

Stocco: "Genitori, tranquilli: i soldi ci sono per oggi e per il futuro"
Con un emendamento della Lega depositato in commissione bilancio sono stati ripristinati i 245 milioni per le paritarie e cattoliche
  

COMUNICATO STAMPA

Sulle scuole materne paritarie solo strumentalizzazioni.

Intervengo sulle questione dei contributi statali per le scuole materne paritarie, in qualità di Consigliere Comunale e genitore, perché artatamente per opportunismi politici il Sindaco Rubinato fa terrorismo e crea preoccupazione alle famiglie che hanno figli che frequentano le scuole materne.

Storicamente, quasi ogni anno si innescano polemiche attorno alla questione contributi alle scuole materne, e puntualmente il problema diventa motivo di scontro politico, per colpa di chi, grazie alla sua posizione in Parlamento vede esclusivamente il suo operato ritenendolo l’unica possibilità, le alternative non esistono e sottolinea con puntiglio le battaglie dal suo punto di vista, conclusione: regolarmente bocciate anche perché in certe situazioni a beneficio del Veneto spesso, nel PD, si rivela una voce inascoltata nel arido deserto.
Personalmente voglio rassicurare le famiglie e genitori che come me hanno bambini che frequentano le scuole materne, e contemporaneamente tutto il corpo docente e il personale che gestiscono in modo esemplare il servizio ai nostri bambini, che i contributi ci sono non solo per l’anno in corso,ma anche per i prossimi anni.
Con un emendamento depositato in commissione bilancio come chiesto dal gruppo della Lega Nord, sono stati ripristinati i fondi per le scuole materne paritarie e cattoliche per 245 milioni di Euro somma che riporta quindi i finanziamento per il 2011 allo stesso importo erogato nel 2009, e cioè a 530 milioni di Euro.
Il residuo finanziamento del 2010 di 130 milioni previsto nell’allegato alla finanziaria dello scorso anno è comunque stanziato e sarà pagato a breve.
Del resto nessun Governo,qualsiasi sia il colore politico deve togliere fondi per i bambini, e i tagli che il Governo dovrà fare per esigenze di bilancio non riguarderanno le scuole materne paritarie.

Della questione si sono interessati il Consigliere Regionale Luca Baggio, e il Parlamentare nonché Sindaco di Cittadella Massimo Bitonci, i quali faranno pressioni affinché questi soldi vengano erogati al più presto perché le nostre scuole ne hanno veramente bisogno.

Purtroppo la crisi in atto fa si che le risorse scarseggiano, e la coperta è sempre più corta, le scuole materne paritarie sono molto più numerose in Veneto che in altre parti del Paese, e gli apparati dello Stato Centrale sembrano essere più solerti ai problemi di Pompei nonostante l’enorme cifra già stanziata, che al grido d’allarme delle scuole materne paritarie.
Ancora una volta, si evince sempre di più che in Italia occorre un vero Federalismo, in modo che una parte ragionevole delle nostre risorse rimangano nel territorio per garantire i servizi essenziali senza dover chiedere l’elemosina a Roma.

 

Massimo Stocco

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665