TIT.jpg (16363 byte)
 
GATTO.jpg (15316 byte)
   
Martedì
4 maggio
2010

 

Acqua, persa la forza anche di indignarsi

Gatto: "Un gestore privato cerca solo dividendi azionari"
Nessuno sfruttamento di risorse terrestri deve essere abbandonato dall'amministratore pubblico
  

Sarò breve come mai mi capita.

La privatizzazione dell'acqua è una bestemmia contro Dio e controgli uomini, anche se in tv un rappresenante del governo sosteneva che si tratta "SOLO" di gestione dei privati mentre la proprietà del "bene" rimane pubblica. Come volete commentare una frase così criminale.
Ormai nella gente non c'è più nemmeno la forza di indignarsi mentre i nostri politici o ci raccontano balle, qui e a Roma dove tutti stanno seduti sul morbido, o si dedicano a altre puttanate come la riforma dello Stato, intercettazioni, assegni dei Ministri e altre amenità che meriterebbero si più attenzione se gli argomenti trattati lo fossero da parte di persone che avessero a cuore il cittadino.

Pur non essendo mai stato comunista (paura eh!!), ad alcuni anni di distanza dall'inizio delle privatizzazioni di energia elettrica, telefonia, gas eccetera mi trovo a pensare che nessuna, e dico nessuna gestione ed utilizzo di beni e servizi derivanti dallo sfruttamento delle "riserve terrestri" che appartengano a tutti noi deve esere mai lasciato al privato il quale ha come scopo primo e ultimo la realizzazione di divididendi azionari.
Se poi la precedente gestione di tali strutture andava economicamente male (a stessa idiozia che stanno dicendo per riformare la scuola) ciò era dovuto al fatto che a capo di tali strutture i politici (magari gli stessi di oggi in qualche modo) avevano nominato degli incompetenti oppure degli esecutori di determinati scopi...... .

plin plin

Paolo Gatto

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665