TIT.jpg (17099 byte)
 
VIGILE.jpg (11209 byte)
   
Lunedì
8 novembre
2010

 

Commemorazioni, allarghiamo lo sguardo

Fini: "Gli eventi e le vittime da ricordare sono anche altri"
Dall'eccidio delle forze Onu in Congo agli alpini morti nel terremoto del Friuli. Inseriamoli nell'agenda della memoria
  

Egregio Direttore,

In questo periodo di celebrazioni, anniversari, commemorazioni, desidero ricordare che l’ 11 ed il 12 novembre ricorre il 49° anniversario dell’eccidio di Kindu, nell’ ex Congo belga, ex Zaire, ora Repubblica democratica del Congo:
tragedia in cui furono uccisi tredici appartenenti all’ Aeronautica militare italiana, facenti parte del contingente dell'O.N.U. in Congo, inviato a ristabilire l'ordine nel paese sconvolto dalla guerra civile.
Il fatto accadde tra l’ 11 ed il 12 novembre 1961. Distaccati presso le forze dell’ ONU, erano in missione, come altre volte, per trasportare, a bordo dei loro “vagoni volanti”, viveri e medicinali alla popolazione, pur essendo senz’
armi, vennero assaliti; poi, feriti, furono caricati su due camion e portati in città.
All’imbrunire vennero finiti con due raffiche di mitra. Poi una folla inferocita si scagliò sui corpi martoriati e ne fece scempio a colpi di machete.
La scusante fu che erano stati scambiati per paracadutisti mercenari belgi.

Ho ricordato questa tragedia, con la speranza che l’anno prossimo, nel 50° anniversario, le Autorità civili predispongano un’adeguata commemorazione per questi caduti.
Essendo in argomento di anniversari, ricordo che sempre l’ anno prossimo ricorrerà il 35° anniversario del terremoto in Friuli.
Tragedia in cui morirono numerosi giovani alle armi, quasi tutti Alpini, provenienti dalla nostra Provincia.

Molti sono i cimiteri del Trevigiano in cui riposa almeno uno di loro.
Spero che anche questi giovani, caduti in uniforme, vengano, nel maggio prossimo, degnamente ricordati.

Cordialmente

 

Mario Fini

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665