TIT.jpg (16363 byte)
 
BIOCAR.jpg (11654 byte)
   
Mercoledì
26 maggio
2010

 

Agricoltura sostenibile, ricerche a Ca' Tron

La Spa vicentina Cereal Docks prende in gestione 20 ettari
Studi su fitofarmaci e micotossine. L'azienda è leader anche nel campo dei biocombustibili
  

Cereal Docks, società di Camisano Vicentino, ha preso in gestione una ventina di ettari della tenuta di Ca’ Tron per studiare la sostenibilità ambientale in agricoltura. “Vogliamo capire – ha spiegato il presidente, Mauro Fanin – la quantità di anidride carbonica emessa dalle varie coltivazioni, l’impatto di fitofarmaci, la propagazione delle sostanze attraverso le acque di di lavamento. Niente Ogm. Piuttosto andiamo a studiare la formazione di micotossine, sostanze del tutto naturali ma veicoli di agenti cancerogeni”.

Cereal Docks è una società nota anche per la sua produzione di biocarburanti, con esperienze che presto andranno oltre gli oli ricavati dai cereali. Nel futuro ci sono grossi cilindri di vetro pieni d’acqua in cui fluttuano alghe particolarmente oleose e coltivazioni di arbusti Jatropha Curcas in zone aride in cui non cresce quasi nulla. Anche queste, infatti, saranno sorgenti di energia grazie alle possibilità di ottenere da esse degli oli combustibili in via di sperimentazione con le università di Padova e di Firenze e con il Cnr.

“Di biocarburanti – prosegue Fanin - due o tre anni fa se ne parlava a sproposito, si pensava che potessero risolvere o quasi, in futuro, i nostri fabbisogni energetici. Adesso siamo ben consapevoli che le biomasse possono dare un contributo, non di più, ma che sono importanti per la conservazione stessa dell’industria agricola. Coltivare cereali per biocombustibili permette il mantenimento di aree agricole che, in occasioni di scarsità di domanda di olio alimentare, rischierebbero di essere messe a riposo dalle norme comunitarie e quindi di diventare improduttive. E invece il potenziale agricolo del pianeta va conservato per essere sempre pronto a sfamare una popolazione in aumento. Insomma, possiamo dire che lo sfogo sulle bioenergie del surplus di produzione sostituisce in qualche modo i vecchi magazzini di stoccaggio, che non esistono più”.

Cereal Docks produce oggi qualcosa come 70 mila tonnellate l’anno di olio per biodiesel, combustibile che, per legge, deve essere miscelato nella concentrazione del 3,5% con il normale gasolio che viene poi normalmente utilizzato nei motori per autotrazione o per la produzione di energia elettrica.

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665