TIT.jpg (16363 byte)
 
NONCISTO.jpg (12045 byte)
   
Martedì
16 febbraio
2010

 

Ma io non ci sto più

Rubinato: "Anci Veneto supino di fronte al governo, ci togliamo"
L'adesione di 1.100 euro andrà ad altre necessità. Puppato: "Anci poco comprensibile ma uscire è un errore"
  

Il Comune di Roncade ha deciso di non rinnovare l'adesione all'Associazione nazionale dei comuni (Anci) del Veneto ritenendo, come ha spiegato il sindaco, Simonetta Rubinato, che "è meglio spendere gli oltre 1.100 euro della quota per altre necessità".

"L’Anci regionale dovrebbe tutelare gli interessi dei propri associati, ma se guardo a quanto sta facendo per il Comune di Roncade e per molti altri Comuni veneti che nel 2009 sono stati costretti a sforare il patto di stabilità e ora si trovano a pagare pesanti sanzioni che si ripercuotono sui servizi ai cittadini e sulle imprese del territorio, concludo che è meglio far da soli e risparmiare l'iscrizione".
Alla base della presa di posizione vi sarebbe un atteggiamento di rinvio assunto dall'Anci relativamente alla richiesta di soluzioni al Governo in materia di vincoli di spesa.
Al mancato versamento della somma farà seguito una revoca formale dell’iscrizione, cosa che non avverrà, precisa Rubinato, per l’Anci nazionale, “certamente non così supino come quello veneto”.

Posizione, quest’ultima, condivisa a metà dal sindaco di Montebelluna, Laura Puppato, che etichetta la nuova dirigenza dell’Ance Veneto come “attendista, poco comprensibile e meno coerente di quanto ci attendevamo”. L’Anci regionale, insomma, oggi appare “incapace di assumere su di sé la sofferenza enorme dei comuni. Però non sentirsi rappresentati non deve portare all’esterno della rappresentanza. Abbandonare l’associazione lo vedo come un gesto da ultima spiaggia e, alla fine, anche rischioso”.

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665