TIT.jpg (16363 byte)
 
ACQUA.jpg (10821 byte)
   
Martedì
6 aprile
2010

 

Acqua da bere. Superati a sinistra da Tosi

Il sindaco di Verona fa lo spot sull'acqua di rubinetto
L'acquedotto di Roncade non invidia nulla alle acque minerali, ma forse senza plastica qui non si riesce a far pipì
  

Il primo a promuovere l'"acqua del sindaco" fu Massimo Cacciari, alcuni anni fa, per spiegare ai suoi concittadini che dissetarsi dal rubinetto domestico, oltre a costare la millesima parte rispetto alle bottiglie di plastica dell'acqua minerale, faceva risparmiare anche dolori di schiena e costi di smaltimento.

Oggi si è accodato anche Flavio Tosi e a questo punto essere superati a sinistra (perchè anticamente, prima del grande sonno, l'ambiente era un tema caro a chi stava a sinistra) da un leghista qualche fastidio dovrebbe provocarlo.

Tosi farà da testimonial ad uno spot che promuove l'acqua cittadina perchè, si legge nella nota ufficiale del Comune, "grazie alle continue analisi chimiche (e alla naturale purezza di falda), è tra le più buone d'Italia, a discapito di quella in bottiglia che, una volta confezionata e trasportata, può essere esposta a raggi solari e a temperature che sfasano la sua qualità".

Non è necessario fare spot televisivi, per un sindaco, per invitare i propri concittadini a bere l'acqua di casa. Basta un comunicato stampa ed una pubblicazione sul sito web istituzionale. Basta un banner che potremmo mettere gratuitamente anche nella nostra home page. Basta togliere dai banchi dei consiglieri le bottiglie da mezzo litro di San Benedetto (che è sempre acqua del sistema Sile-Piave da cui pesca anche il nostro acquedotto).

La meritoria giornata annuale di "Puliamo il Mondo" di Legambiente, alla quale Roncade aderisce da molti anni, potrebbe così essere declinata anche nel senso di una "pulizia" negli stili di vita da abitudini costose e ridicole, data la qualità più che buona della nostra rete idrica.
Magari forse anche il nostro nutrizionista potrebbe esprimersi sul tema.

Perchè delle due l'una: o l'acqua dell'acquedotto non è di buona qualità - e allora chi la beve normalmente rischia - oppure è davvero buona e allora chi non la beve ha solo soldi da spendere e non gli importa del gasolio bruciato per portare fin qui con i camion l'acqua per la sua miracolosa plin plin.

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665