TIT.jpg (16363 byte)
 
FORBIC.jpg (8470 byte)
   
Sabato
16 maggio
2009

 

"Ma che non siano strumento di propaganda.."

Lo disse Rubinato cinque anni fa, a proposito delle inaugurazioni
Tonon: "Ricordo una promessa fatta pubblicamente nel giugno del 2004. Qualcuno ne ha memoria o me lo sono sognato?
  
Caro Gianni, nei mesi precedenti le scorse elezioni comunali di Roncade si era assistito ad una sarabanda di inaugurazioni e tagli di nastri che avevano un vago sapore elettorale e che erano stati percepiti da molte persone dei vari schieramenti come un po’ troppo forzati.

Me lo ricordo bene, perché durante la serata del confronto tra i due candidati sindaco da te condotta, una promessa che era stata strappata senza nessuna fatica ai due contendenti, ricevendo l’ovazione del pubblico presente, era il solenne impegno a non attuare questo metodo nel futuro.

Per la precisione, i due candidati avevano aderito all’impegno di non avviare inaugurazioni e tagli di nastri nei sei mesi precedenti le prossime elezioni.

Confido nella tua buona memoria,

Cordialmente

Giancarlo Tonon


16 maggio 2009

Più che alla mia è il caso di affidarsi alla memoria di Internet, che è da elefante, ed in particolare a quella di Roncade.it.

La trascrizione di quel confronto pubblico del 7 giugno 2004 fra i candidati sindaco Simonetta Rubinato e Gianni Rachello è disponibile qui da cinque anni e comunque riproponiamo il link per prelevare le 28 pagine in formato Word che ne erano uscite.

Per gli amanti della statistica 68.641 battute per circa 11 mila parole attribuibili a Rubinato, 34.306 battute per 5.600 parole a Rachello (!).

Per dovere di agevolazione del lettore riporto comunque qui sotto il passaggio relativo al tema sollevato, oltre ad una inedita immagine di Simo-mani di forbice che mi è stata inviata da una delle agenzie fotografiche napoletane rimaste momentaneamente senza impiego, dopo che a Casoria non si fanno più le feste di compleanno.

 

FORBIC2.jpg (65423 byte)

(...)

Moderatore:
Ho ricevuto oggi una e-mail che mi pare abbastanza divertente anche se c’è un fondo di serietà. C’è un signore che mi invita a farvi alzare la mano destra e a dire: io sottoscritto, quello che è, mi impegno solennemente a non procedere, nell’ultimo semestre di mandato, ad inaugurazioni, pose della prima pietra di infrastrutture……

Rachello:
Lo giuro!!! Lo giuro. Magari una, non lo so.

Rubinato:
Allora, uno stile, posso dire del mio. Gli ultimi sei mesi di un mandato, visti i tempi con i quali una pubblica amministrazione lavora, potrebbe anche essere che siano i mesi in cui si raccoglie qualche frutto, e che un sindaco, fossi io o fosse Gianni, avrebbe anche il piacere, credo, e la soddisfazione di presentare ai cittadini. Il problema è lo stile con cui si fa, e soprattutto se quell’opera è stata condivisa con un cammino insieme dei cittadini, si fa festa insieme. Quindi perché limitarci le feste? Però che non sia, certo, strumento di propaganda.

Rachello:
Se posso… anche perché ci ha obbligato, negli ultimi tre mesi, a passare tutte le domeniche mattina dove non volevamo essere.

Rubinato:
Hai ragione, è stata una fatica immane e devo dire che mi sono pure lamentata. Però, sai, a prescindere da noi che era uno sforzo che dovevamo esserci per farci conoscere ai cittadini – ecco, anche questo, tra l’altro, io ho sopportato con grande fatica questa sovraesposizione che comporta una campagna elettorale. Posso dirlo, lasciatemelo dire, penso valga anche per Gianni. Posso dirlo. A me piace molto stare a leggere, la tv, guardare il cinema eccetera. Dover esserci l’ho considerato un dovere perché, bene o male, sia Gianni che io, non essendo particolarmente noti, avevamo anche un dovere non di andare a prendere per il collo la gente per il voto, ma un dovere di farci anche conoscere. Un cittadino vuole anche sapere tra chi deve scegliere. Bene, premesso questo, io ho visto anche, prescindere dalle fatiche nostre e anche dalle critiche che alcuni hanno portato, ho però visto, lo dico così in tono scherzoso-amichevole, ho visto anche dei cittadini contenti, no? Ecco, allora sia io sindaco, sia Gianni sindaco, si riesca a fare tante cose per Roncade e a condividerle con i cittadini in questi momenti di gioia. Poi, quando sono realizzate, lo stile, dico, probabilmente, di un’ amministrazione è anche in questo, nel fare festa insieme, questo vorrei che fosse il nostro amministrare, tutto qui.

(...)

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160