TIT.jpg (16363 byte)
 
ponte.jpg (12154 byte)
   
Mercoledý
26 agosto
2009

 

Sempre pi¨ troubled la water sotto il bridge

Marcassa lo chiude venerdý. Muraro: "Rubinato, meno arroganza"
Roncade: "le prove tardano". Quarto: "dovete dirmi di chi Ŕ il ponte". Provincia Treviso, domani in Prefettura a Venezia
  

Il ponte fra Musestre e Quarto d'Altino "non pu˛ essere considerato sicuro", il sindaco veneziano alle otto di venerdý prossimo lo chiuderÓ al traffico "fino a nuove disposizioni" ma il sindaco di Roncade non ci sta e incarica un legale per sorvegliare l'operato del dirimpettaio.

E' la sintesi di uno scambio di note formali rimbalzate oggi da una sponda all'altra del Sile e che, relativamente all'atteggiamento della riva sinistra, ha creato non poco disagio nel palazzo municipale opposto.
"Questo significa - ha dichiarato Loredano Marcassa a Roncade.it - deteriorare in modo pesante i rapporti fra noi e Roncade. Rubinato ha persino chiesto l'accesso ai nostri atti, cosa che io non mi permetterei mai di fare nei confronti di qualsiasi mio collega".

Ma veniamo ai fatti.
La nota di Rubinato ricorda che "nei giorni scorsi, la Giunta comunale di Roncade, pur non essendo il Comune proprietario del ponte, aveva dato incarico ad un tecnico specializzato di seguire le prove di carico indicate dal tecnico di Quarto d’Altino e che sembravano essere di imminente esecuzione.
In data odierna, per˛, Ŕ arrivata la comunicazione del Comune di Quarto d’Altino in cui viene ordinata la chiusura, mentre ad oggi la data della prova di carico non Ŕ stata ancora fissata, nonostante il tempo trascorso".

Rubinato, quindi, dice di "condividere le preoccupazioni" di Marcassa ritenendosi tuttavia perplessa "sulla necessitÓ della chiusura immediata" ed augurandosi che "le prove di carico siano effettuate quanto prima".

Il Comune di Roncade, infine, informa il sindaco frontaliero di aver "dato quindi incarico ad un legale e ad un tecnico specializzato di effettuare le verifiche del caso".

cartel.jpg (180197 byte)

Provvedimento, quest'ultimo, che indispettisce per˛ Marcassa. "A parte l'indelicatezza - dice - non capisco: se Rubinato dice che il ponte non Ŕ suo perchŔ incarica tecnici e avvocati? E chi pu˛ dare a me l'autorizzazione di effettuare le prove di carico, che naturalmente riguardano il ponte intero, se tanto Rubinato quanto il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, negano la titolaritÓ del manufatto? A questo punto non mi resta che interessare il Prefetto".

Intanto, per˛, il ponte va chiuso di corsa. Quello che ha scritto l'ing. Danilo Michieletto, dopo la perizia eseguita il 17 agosto scorso e dopo le richieste di chiarimento a lui rivolte dal comune di Roncade nel vertice urgente del 19 agosto Ŕ abbastanza chiaro e sinistro: "il ponte stradale sul Fiume Sile non pu˛ essere considerato sicuro in quanto soggetto a tensioni superiori ai limiti ammissibili dalla vigente normativa.
Il superamento dei valori ammissibili pu˛ produrre, o ha giÓ prodotto, nel tempo lo snervamento dei materiali con conseguente possibile collasso finale della struttura.
Tale situazione risulta ulteriormente aggravata dal precario stato di manutenzione della struttura che pu˛ aver prodotto nel tempo la riduzione delle sezioni delle componenti (chiodi) di raccordo della struttura metallica".

Perci˛, fra tutti i rimpalli, gli affronti e le carte bollate, Marcassa ha deciso che il ponte chiude alle otto di venerdý 28 agosto.


27 agosto 2009

COMUNICATO STAMPA PROVINCIA DI TREVISO

PONTE SUL SILE A MUSESTRE
Muraro: “La Provincia Non Ha Alcuna ProprietÓ sull’Opera. Domani Vertice in Prefettura”.


Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, intende fare chiarezza sul ruolo della Provincia di Treviso riguardo alla chiusura del ponte sul Sile di Musestre.

“╚ inutile che il sindaco di Roncade, Simonetta Rubinato, continui a dire che la Provincia Ŕ stata assente ingiustificata alla conferenza di servizi da lei convocata sul ponte di Musestre – esordisce Muraro – il sindaco di Roncade ha inviato il 17 agosto una lettera nella quale ci convocava come “comproprietari” dell’infrastruttura assieme al Comune di Quarto d’Altino. La Provincia, Ŕ noto, non ha alcuna proprietÓ sul ponte e, quindi, non poteva rappresentare alcun interesse giuridico diretto. E sempre di comproprietÓ da parte della Provincia si parla in almeno altre quattro missive comunali precedenti a quella convocazione. Il tutto, a oltre 2 anni e mezzo dall’effettiva presa in carico da parte del Comune di Roncade del ponte, come recita l’Accordo di Programma siglato il 19 gennaio 2007 tra la Provincia di Treviso e il Comune di Roncade. Cui sono seguiti altri due verbali, quello di “consegna” del 16/02/2007 e quello di “consistenza e delimitazione del tratto della S.P. 113 Sinistra Sile” sempre del 16/02/2007, che hanno concluso l’iter della dismissione del tratto di S.P. 113, anche per i 35 metri che riguardano il ponte, dalla Provincia al Comune. Al quale, peraltro, Ŕ stato riconosciuto un congruo contributo.

Forse sarebbe pi¨ opportuno che la Rubinato “dismettesse” un po’ di arroganza. Se il problema riguarda la stabilitÓ del ponte, spetta ai proprietari risolverlo, quindi il sindaco non pu˛ costringerci a partecipare – continua Muraro – Se invece ci chiedesse, con un minimo di umiltÓ, la disponibilitÓ a trattare i problemi di pianificazione generale della viabilitÓ relativi alla chiusura del ponte, saremmo ben pronti a ragionare. Non a caso, lo stiamo giÓ facendo, proprio a Roncade, per le problematiche inerenti alla Treviso Mare. Il nostro obiettivo principale Ŕ il bene dei cittadini, quindi Ŕ nel nostro interesse risolvere una questione importante come quella del ponte di Musestre.

Non a caso – chiude Muraro – domani sar˛ presente a una riunione in Prefettura a Venezia per trattare proprio questa problematica”.

Treviso, 27 agosto 2009

Ufficio Stampa
Staff del Presidente
Provincia di Treviso

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160