TIT.jpg (16363 byte)
 
CATRON.jpg (14023 byte)
   
Lunedì
26 gennaio
2009

 

Una bella giornata da comuni mortali

Piovesan: "Quando un passaggio a livello mette in riga i potenti"
Forse la figuraccia smuoverà qualcosa e Ca' Tron vedrà la fine dell'isolamento. Sempre che il Pdl si ricordi le promesse
  

Sabato è stato proprio una goduria vedere centinaia di imprenditori alle prese con le nostre fatiche quotidiane: code fino a Casale per colpa di un passaggio a livello. Tutti in coda i vari Tognana, Riello, Scaroni e in compagnia di onorevoli e sindacalisti amici. Ma quanto mi son divertito a veder passare a passo d’uomo tutti quei macchinoni e il giorno dopo a leggere articoli su tutti i giornali per i ritardi di ore dei vari invitati illustri.

Non sono mai andati sui giornali invece i poveri cristi che ogni giorno devono fare quel passaggio a livello che sembra prenderti in giro con la sua lentezza e sembra sempre ricordarti che è lui a dettare i tempi della tua vita. E’ lui a decidere quando ti devi svegliare per andare a lavoro, quando puoi andare a fare la spesa… Ogni giorno quel passaggio a livello ti ricorda che tu sei un cittadino di serie B, che la tua vita è meno importate di quelle che il treno porta su e giù.

Posto che a quasi nessuno interessa il disagio quotidiano degli abitanti o il rischio di morirci in ambulanza a quel passaggio a livello, adesso vista la brutta figura fatta da organizzatori e sponsor politici spero si faccia qualcosa dato che in coda a guardare le sbarre c’erano pezzi grossi.

In questa vicenda se la cava il sindaco Rubinato viste le sue lettere per sollecitare un intervento in regione del giugno 2008 e l’ultima addirittura del 12 gennaio a Veneto Strade (pare se la sentisse); molto peggio invece il Pdl con Galan e Chisso in Regione Veneto che, dopo aver sfruttato l’interessamento del nostro sindaco per avere i finanziamenti al Sistema Ferroviario Metropolitano, si sono dimenticati delle promesse fatte. Forse bisognerà spiegare a Sacconi e a tutti gli industriali presenti che a rovinare la loro giornata sono stati l’inefficienza dei loro stessi uomini messi li a comandare il veneto da oltre un decennio.

A questo punto sembrano una minaccia le parole del candidato sindaco della destra Zerbinati “Possiamo contare sulla omogeneità e perfetta sintonia di ideali con il governo Provinciale, Regionale e Nazionale” ma forse qualcuno si inventerà che il passaggio a livello è comunista.

Simone Piovesan

     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160