TIT.jpg (16363 byte)
 
BRIST.jpg (10935 byte)
   
Martedì
25 agosto
2009

 

La Lega sarà un Chihuahua da compagnia

Meneghel: "Niente cane da guardia, i cittadini volevano Rubinato"
Se gli elettori non ci distingueranno più dalla maggioranza significherà solo che siamo diventati bravi come chi comanda
  
Gent.mo Direttore,
Cercherò di essere più comprensibile, allacciandomi alle Tue considerazioni.

La premessa mi sorprende alquanto ed è la conseguenza di informazioni fasulle. Mai e ripeto mai, nessun patto era stato stipulato con la parte alleata di cinque anni fa, impensabile legarsi mani e piedi ad un candidato sindaco che si conosceva appena, siamo sempre stati consci della nostra forza e se Gianni Rachello avesse accettato avremmo puntato su di Lui senza preconcetti di sorta.

“L’intoppo”, - quello che a monte origina i conti e che non tornano a valle - esplode nella forma più spietata il giorno dei risultati della consultazione comunale.
Ha vinto la Persona - scacco matto ai partiti – Atteggiamenti e programma armonicamente in supporto al personaggio.
Significativo ed esplicativo: I Cittadini che alle europee scelgono la Lega mentre alle comunali scelgono un Sindaco che è un noto esponente del PD a livello nazionale.Così va il mondo! E noi, in questa rinnovata avventura amministrativa prenderemo a monito tale innovativa lezione.

Però, non facciamo la solita retorica istituzionale, su cosa fa la maggioranza e cosa dovrebbe fare la minoranza. Noi come gruppo politico Lega Nord ci siamo esposti e misurati, noi trarremo le opportune conseguenze e noi faremo l’opposizione nel modo che riterremo più opportuno. Se andremo al di là degli schemi usuali in un’assemblea consigliare, ci prenderemo le nostre responsabilità. Non siamo abituati ad addossare i nostri errori ad altri, diversamente da qualcuno di recente memoria.
Nessun soccorso al vincitore e nessuna riverenza, solo corretta valutazione sulle future iniziative di questa Amministrazione, senza l’esasperazione di battaglie puramente politiche che è dimostrato, non piacciono ai Roncadesi.

Sarà molto meno confronto tra Lega e PD o altri e molto, molto più confronto costruttivo sulle proposte dell’attuale Giunta da parte dei nostri consiglieri : Stocco Massimo, Lovisetto Marco, Donadel Marco, Silvestri Roberto.
Non ci riguarderanno in alcun modo le iniziative che promuoveranno gli altri Consiglieri di opposizione e qui mi fermo.

In quanto a pretese scuse, non mi sembra proprio il caso. Posso con serenità ammettere che da ambedue le parti in lizza ci sono state notevoli cadute di stile, specie alla fine della campagna elettorale dove nella nostra compagine era diventato impossibile un controllo di quanto si andava a scrivere o declamare. Banalità che hanno contribuito ad esasperare il confronto. Ho avuto lo sfizio di “scannerizzare” qualche volantino, potremmo rileggerli insieme …ma per carità, ormai penso che basti. Scuse o non scuse non rinfreschiamo le ostilità dettate dal quel momento. Sono cose che non interessano più a nessuno.

Non diventeremo assolutamente il cane da guardia della cittadinanza, dal risultato elettorale non sembra ci siano dubbi sulla Persona ne sulle vie da Lei indicate – Basta cani da guardia ringhianti, ma uomini che si confrontano su un programma, per la sua corretta applicazione, nella tempistica prevista. Le nostre proposte, accettate o non accettate, verteranno dunque a tutela di quel programma e, come ben scrivi, faremo le pulci ad ogni atto amministrativo, soprattutto in fase di Commissione, senza eccessivi personalismi tra i banchi del Consiglio. E’ proprio così difficile comprendere che così facendo cerchiamo con forza di uniformarci al volere predominante dei nostri Cittadini?

Siamo minoranza, lo sappiamo bene e se ci avvieremo verso “un confronto sul piano della collaborazione” con la maggioranza (a scanso di equivoci, solo nostra è l’iniziativa), non inficeremo di certo la nostra dignità di Movimento e mi chiedo, in definitiva, ma dov’è il problema? Un’ opposizione ragionata, calma, volonterosa di risolvere i problemi anziché complicarli tradisce il ruolo della Minoranza in Consiglio?

Non stracciamoci le vesti prima di verificare sul campo i frutti della nostra scelta, anche se non sembra, sappiamo essere persone serie. Se non saprete distinguere le componenti in consiglio nella prospettiva delle elezioni (così leggo), vuol dire che saremo diventati bravi quanto chi comanda, non è poco come soddisfazione.

Sempre con stima e amicizia
  

Giovanni Meneghel

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160