TIT.jpg (16363 byte)
 
YOGHI.jpg (11238 byte)
   
Venerdì
17 aprile
2009

 

Un parco da Musestre a Biancade. Si può fare

Marangoni: "Ecco la mia idea, se qualcuno la raccoglie io collaboro"
Casette in legno, aree attrezzate, bar, parchi solari e percorsi naturalistici. E i roncadesi ci mettono gli alberi
  

Ho un sogno che propongo a qualche futuro amministratore che voglia avere un "pensiero laterale": realizzare un parco che va da Musestre a Biancade e oltre, percorribile senza interruzioni ma accessibile a piedi da vari punti del territorio.

Il parco sarà costituito da varie aree tematiche e dovrà avere delle zone pic-nic, barbecue attrezzate che si possano prenotare anche via internet, sarà servito da una grande casa ecologica in legno (potrebbe essere realizzata a costo zero da chi vuole farsi pubblicità riguardante questo tipo di costruzione) ci saranno inoltre altre casette diffuse, sempre in legno, adatte per festeggiamenti quali compleanni, ricorrenze, scolaresche ecc.

Le casette e le zone in genere saranno gestite da volontari, chi le utilizza pagherà un compenso utile per le manutenzioni varie, le pulizie e un piccolo riconoscimento a chi si occupa del lavoro ecc. (potrebbe anche avere una funzione sociale visti i tempi e, anziché rovinare ulteriormente via Montiron si potrebbe allargare la zona verso nord con questo tipo di insediamento).

Si potrebbe ricavare un’area per illustrazione di energie rinnovabili: i privati potranno pubblicizzare le loro tecnologie in cambio della collettiva realizzazione di tre centrali “solar idroelettriche” compatibili con l’attività del parco (dovrebbero fornire energia per illuminazione del parco e non solo); si potrebbe utilizzare la zona ex mulino, l’isola, la cascata su via Pistor, i tetti delle casette e altri punti aperti per produrre l’energia necessaria.

Lungo il percorso si andrebbero a creare delle zone per i volontari del parco con un loro luogo dedicato, queste persone che cureranno la sicurezza, saranno dei volontari, “Nonni anni d’argento” che faranno rispettare il regolamento del parco che sarà creato con il contributo di tutti.

Per la piantumazione si potrà usufruire di privati: vivaisti, paesaggisti o semplici giardinieri professionisti i quali potranno farsi pubblicità in cambio delle loro prestazioni, mantenendo il loro tratto verde di competenza ma a disposizione del pubblico.

Si dovrà quindi creare un percorso naturalistico e un percorso vita per chi ama correre all’aria aperta.

Gli alberi potranno essere anche forniti dai roncadesi i quali avranno dedicato su una mappa (cartellone gigante) il loro nome affiancato al nome della pianta donata; ci saranno delle aree giochi attrezzate lungo tutto il percorso per bambini di varie età.

Sarà prevista un’area dog integrata da un “percorso dog” con aree a destinazione addestramento.

Pensate che potrebbe invogliare qualche turista?

Se poi ci inventiamo in qualche area ancora a disposizione una zona “Spiaggia Relax" magari in prossimità dei centri dove qualche gelateria potrebbe avere una concessione, o altra zona dove potremmo recuperare qualche laghetto da alimentare per pesca sportiva o semplicemente quale zona umida per rifugio degli animali, una zona magari lontana dalle abitazioni utilizzata quale Music-Bar all’aperto dato in concessine con vetrate semi richiudibili per le mezze stagioni (tipo porta gialla del parco di San Giuliano a Mestre), avremmo un parco adatto a tutte le età e per tutte le stagioni, video sorvegliato e utilizzato da Musestre a Biancade che grazie al suo utilizzo semi oneroso in un mix pubblico e privato potrebbe conservare intatta tutta la zona verde nella prossimità del fiume coniugando, business, turismo, ambiente e salute.

Insomma potremmo prevedere del verde lungo tutto il Musestre ma con delle “Piazze Verdi” molto grandi che si integrano con i vari progetti di cui parlavo prima.

Pensate che questa idea sia accattivante? Che possa portare della gente nel nostro bel territorio? Io penso di sì e credo che un progetto giusto potrebbe avere costo quasi zero per l’amministrazione.

I proprietari dei fondi potrebbero essere interessati dai ricavati delle concessioni o semplicemente incentivati da qualche forma di coinvolgimento.

Io lancio questa idea se qualcuno la raccoglie sono disposto a lavorarci assieme.

Buona Visione!

Moreno Marangoni
Cittadino sognatore

     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160