TIT.jpg (16363 byte)
 
YOGHI.jpg (11238 byte)
   
Mercoledì
11 marzo
2009

 

Roulette russa via Pistor

Marangoni: "Strade pericolose di cui da decenni nessuno si cura"
Nove fotografie-denuncia che reclamano risposta. Forse da quelle parti abitano pochi elettori
  

Caro Direttore, cari lettori, considerato che si avvicina il momento in cui i cittadini dovranno eleggere la nuova amministrazione e considerato che ad oggi non si sa ancora se l’amministrazione uscente intende riproporsi (credo di si, in quanto di solito chi ha il “potere” non in intende lasciarlo - almeno, così funziona in Italia!- e dunque penso si tratti di una strategia, a mio avviso sciocca perché poco comunicativa, poiché in genere le elezioni si vincono sulla base di buone comunicazioni).

Dunque, visto che le comunicazioni non arrivano e che alla luce delle recenti dichiarazioni apprese sul sito di Roncade.it riguardo i temi “città murata” e “conseguenti lavori di arredo urbano” , da persona che vive, frequenta e cammina per questo paese ho pensato di analizzare alcuni fatti attraverso considerazioni che mi auguro diano spunti a chi si accinge a formulare programmi per questo Comune.
Credo che amministrare non consista solo nel fare atti amministrativi, non credo significhi approvare sterili urbanizzazioni ma credo voglia dire molto di più: significa avere una visione, immaginare che ad ogni azione corrisponda anche un’ utilità per la società (se urbanizzo un’area, questa come si integra con il territorio?)

Da cittadino ho constatato che esistono delle opere incompiute da molti anni, addirittura decenni, senza che nessuno si sia (credo) mai posto il problema di queste.

Roncade effettivamente è bella: alla domenica, e non solo, molti ne approfittano per passeggiare lungo il centro, lungo la via Pistor, passando per quello che era il “suggestivo” ponte sul Musestre, (infatti oggi rappresenta soltanto degrado e niente più) per poi proseguire lungo la via Montiron dove non esistono i marciapiedi (per due, trecento cento metri c.a. vedi foto ) e in cui dalla primavera all’autunno, se l’erba non venisse tagliata da qualche volontario, sarebbe sicuramente infestata da sporcizia e animaletti vari.

STRADA2.jpg (78465 byte)

Eppure questo è un tratto molto frequentato da anziani, mamme con passeggini, ragazzini che vanno a scuola e disabili, i quali rischiano anche di essere investiti visto che necessariamente devono stare sulla carreggiata in quanto ai lati o ci sono le buche o ci sono ostacoli e quant’altro (vedi foto).
Mi sono perciò chiesto: perché non si completa un percorso che oltre a garantire sicurezza potrebbe completare con logica qualche cosa che già parzialmente esiste?

Mi sono dato delle risposte:

a) in questo tratto di strada senza marciapiede abitano in tutto cinque famiglie e troppo pochi sono i potenziali voti per giustificare una tale spesa;
b) chi amministra non passa per questa strada e quindi non vive il territorio, né è a conoscenza di tali disagi;
c) chi amministra conosce, ma ha ritenuto prioritari altri interventi che possono aumentare in misura significativa il consenso elettorale;
d) chi è preposto a ciò ha una visione diversa del problema lo ha sottovalutato.

STRADA1.jpg (172275 byte)

La risposta esatta non la conosco: chissà! Magari con questa mia aprirò un dibattito, arriverà una risposta oppure sortirò qualche effetto?

La realtà che ho ritratto non è un caso isolato, basta cercare anche nelle frazioni con un occhio di riguardo e non è un problema in ordine di bilanci comunali. Pensate che non si trovino i soldi per fare duecento metri di arredo urbano in qualche decennio?!

Beh, se queste non vengono etichettate come priorità, pensate che il parapetto, alto appena trenta centimetri, di un ponte sia sufficiente a proteggere qualche bambino che potrebbe sporgersi e accidentalmente cadere? (vedi foto seguenti)

STRADA6.jpg (67396 byte)

Mi auguro che in futuro vi siano sì visioni di innovazione ma che prima di tutto sia data la continuità delle opere da tempo iniziate, manutenzione a quelle già esistenti, e garanzia di qualità delle opere e tutela di queste, in modo tale che i soldi pubblici vangano spesi al meglio.

Grazie,ancora una volta, per l’ospitalità

Moreno Marangoni

STRADA3.jpg (203305 byte)
STRADA4.jpg (181753 byte)
STRADA5.jpg (156118 byte)
STRADA7.jpg (134063 byte)
STRADA8.jpg (222428 byte)
STRADA9.jpg (237947 byte)
     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160