TIT.jpg (16363 byte)
 
LEGA.jpg (17043 byte)
   
Venerdì
29 maggio
2009

 

Lega: alleati anche con il diavolo

Siamo come olio nell'acqua, assieme ma sempre distinti
Giovani di Simonetta, non fate i boy scout che siete patetici. Dichiarare di appartenere ad un partito nazionale significa essere onesti e coraggiosi
  
Nostra intenzione è replicare, se concesso, ai signori del gruppo “giovani sostenitori con Simonetta” che oggi scopriamo angosciati da dubbi amletici, per esempio: come possono quelli della Lega Nord sostenere la Sinistra? Lega o non Lega ecc.
Si premette che in nessuna delle Liste citate, ci sia alcun Militante o ex appartenente alla Lega Nord.
Semmai in queste Liste ci sono soprattutto numerosi ex appartenenti alla lista elettorale che vinse nel 2004.

Rubinato e Soci dovrebbero fare un “mea culpa” con grande umiltà, perché è il loro comportamento che ha generato questo “inedito” fatto. Il proverbio dice: chi le fa, le aspetti.

In quanto alla Lega Nord, si precisano alcuni punti fondamentali:
Nel vocabolario ideologico del movimento della Lega Nord non esistono identificazioni come“destra” e/o “sinistra”. Nello specifico, esiste il Popolo veneto con i suoi pregi e difetti.

Siamo infatti depositari della denominazione e del simbolo della Liga Veneta.

La strategia politica della Lega Nord è racchiusa in queste parole: “ALLEARSI ANCHE CON IL DIAVOLO PUR DI REALIZZARE CONCRETAMENTE IL PROPRIO IDEALE POLITICO”, (Umberto Bossi).
Diversi anni fa, la Lega Nord, vinceva le elezioni con il partito dei Popolari. Il sindaco Ivano Sartor storicamente apparteneva al centro-sinistra e guarda il caso, quella volta la Lega Nord era sua alleata.
Questi giovani candidi e finti ingenui pro Rubinato, scrivono che la Lega costituì un proprio gruppo consigliare, dividendo la Lista elettorale (all’opposizione) del 2004.
Dov’è il problema? È solo una questione d’identità, ieri come oggi la Lega, che è un partito nazionale, si allea unicamente per interessi politici e si allea per vincere!

Alleanza, non significa integrazione.
Chiunque si allea politicamente con la Lega potrà “subire” questo inevitabile ed indiscutibile evento.
I voti della Lega aiutano, sono importanti, sono indispensabili ma non si mescolano, l’olio e l’acqua convivono nello stesso recipiente ma non si emulsionano.
Differentemente da tutti, quelli della Lega hanno da sempre un unico simbolo e ne sono giustamente orgogliosi. Le querce di turno, oppure gli olivi, i garofani o le margherite sono palliativi dalla storia breve, nel giro di una decina di anni sono nati e scomparsi.

Vogliamo sottolineare con forza che con Guido, c’è un patto e soprattutto c’è una stretta di mano da onorare.
Vogliamo ricordare che quella volta fu Ivano Sartor a spezzare gli impegni presi con la Lega per risaputi avvenimenti politici esterni a Roncade.
Vogliamo ricordare che anche l’amministrazione uscente ha governato divisa in due gruppi consiliari, senza nessun evidente disagio.
Vogliamo altresì suggerire a queste giovani promesse della politica roncadese che il dichiararsi politicamente, cioè militare in uno dei partiti nazionali, significa soprattutto onestà, convinzione e coraggio.

Altro discorso, quando il Segretario provinciale del PD, Senatrice della Repubblica, Onorevole in Parlamento si presenta alle elezioni comunali come candidata sindaco in una lista civica, allo scopo di raccogliere i voti più disparati per vincere ed evitare conseguenti intralci alla propria carriera.
E’ un esempio negativo per i puri ma, Voi, sostenitori di tanta gloria, non fate i patetici, ai boy-scout in politica non ci crede più nessuno.

Ringraziando per lo spazio ricevuto, salutiamo cordialmente.

Il Direttivo della Sezione Lega Nord di Roncade

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160