TIT.jpg (16363 byte)
 
GOLD.jpg (13550 byte)
   
Giovedì
5 febbraio
2009

 

Asili, a Biancade atteso aumento del 39%

Gubellini: "Retta già cresciuta di 10 euro, si arriverà a 15"
Eppure i genitori sembrano rassegnati. Senza interventi pubblici i rincari sono tutti sulle nostre spalle
  

Martedì 27 gennaio Don Giuseppe Volpato, Presidente dell’Istituto “Nobile Morosini”, Scuola per l’infanzia di Biancade, convoca tutti i genitori per affrontare uno spinoso argomento, già trattato prima delle feste natalizie alla presenza del Sindaco e dell’Assessore all’Istruzione del Comune di Roncade.

La situazione è grave! Le famiglie, dopo un primo aumento di 15 euro (cifra indicata solo per la materna, ma anche il nido ha subìto la stessa sorte), da febbraio 2009 si vedranno aumentare la retta di altri 10 euro e, se entro settembre 2009, i fondi attesi dallo Stato e dalla Regione Veneto non arrivano, la retta aumenterà di altri 15 euro. Niente male: un salasso pari al 39%.

Ma perché tutto questo? Facciamo velocemente un passo indietro, e più precisamente al 2001 quando le scuole private, come lo era la materna e nido integrato di Biancade, per ricevere finanziamenti dallo Stato sono diventate paritarie.

Allora lo Stato disse: “io ti finanzio perché tengo conto della grandissima utilità nel sostituirmi visto che di costruire scuole e nidi, da un orecchio mi entra e dall’altra mi esce, però tu ti adegui sotto tutti i punti di vista, come ad esempio la 626/99 e altro ancora”.

Ma lo Stato, negli anni, che fa? Semplice, paga in ritardo, molto in ritardo e anche a causa dell’enorme debito pubblico che costringe a tagli un po’ dappertutto, taglia inesorabilmente i fondi per le scuole paritarie.

Risultato è che il “vulcanico” Don Giuseppe per evitare la bancarotta è costretto, suo malgrado, agli aumenti sopra indicati.

Partecipando alla riunione, la cosa che mi ha lasciato perplesso è stato l’atteggiamento rassegnato dei genitori presenti. Sì, c’è stato chi ha espresso le sue rimostranze ma nulla più; eppure, occasioni per farci sentire dai politici ce ne sono a iosa, ad esempio la settimana scorsa a Ca Tron c’era Unindustria in riunione e, fra gli invitati, c’erano Galan, Sacconi e tanti altri: ecco un’occasione mancata. Prossimamente c’è il G8 agricolo a Cison di Valmarino; altra occasione che probabilmente sarà mancata. Altra occasione ci sarà l’8 febbraio prossimo quando verrà inaugurato il passante di Mestre, alla presenza del Presidente del Consiglio, Berlusconi.

Che fare? Non lo so, certo è che se noi genitori, cittadini di Biancade non ci diamo una svegliata quel 39% ricadrà tutto sulle nostre spalle, e di questi tempi non è certo una bella cosa.

E intanto le banche sono in agguato.

Antonio Gubellini
Referente Territoriale per Roncade
Italia dei Valori.

     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160