TIT.jpg (16363 byte)
 
GATTO.jpg (15316 byte)
   
Giovedì
23 luglio
2009

 

Grazie a chi mi ha votato e a chi no

Gatto: "In qualche modo mi hanno aiutato a chiudere il cerchio"
Più che soddisfatto di come sono andate le cose; mi va bene il Sindaco e mi vanno bene i consiglieri eletti
  
Il tempo guarisce tutte le ferite.

In ritardo ma solo perché il pensiero deve decantare come il buon vino. Ho quindi lasciato passare parecchie settimane prima di azzardare due parole sulle elezioni comunali qui a Roncade.
Un po’ difficile mantenere una certa obiettività perchè a incazzatura per l’andamento generale il buon Damelico mi sta superando. Probabilmente gli ho attaccato una sana dose di pessimismo cosmico.

Personalmente sono più che soddisfatto di come sono andate le cose; mi va bene il Sindaco e mi vanno bene i consiglieri eletti per la sommatoria di significati emersi da questa breve ma intensa campagna elettorale. Che io non sia stato eletto è assolutamente un dettaglio per chi come me ha maturato una certa idea di quello che significa l’impegno nell’amministrare.
Il segnale che poi ne è venuto è altamente significativo e non si presta a dubbi interpretativi.

Uno; il Sindaco (o la sindachessa come hanno cominciato familiarmente a chiamarla i cittadini) ha dato una prova di forza mostruosa oltre ogni prudente previsione e bisogna avere il coraggio di ammetterlo. Ho visto una autentica macchina da guerra che ha presentato argomenti e realizzazioni con una spinta tale da sbriciolare ogni argomentazione contraria (duemila voti circa spostati rispetto alle europee).
Fatti, ecco perché l’elezione diretta dei sindaci funziona.

Due; rinnovamento che di fatto si è attuato per volere dei cittadini come sta a dimostrare la distribuzione delle preferenze. Certe volte, ed era la mia opinione durante la formazione delle liste, bisogna avere coraggio di presentare volti nuovi senza farsi condizionare da valutazioni troppo cerebrali e calcoli strategici pur tenendo conto di equilibri necessari; la gente a livello locale non si fa influenzare dalle televisioni.
Trovo dunque doveroso ringraziare coloro che mi hanno accordato delle preferenze ma, credetemi, nello stesso modo ringrazio quelli che non mi hanno scelto perché hanno contribuito a chiudere un cerchio e anche una esperienza.


Riservo due parole al Dott. Zerbinati aldilà di quello che è stato detto nella campagna elettorale e subito dopo quando ancora il sangue scorre caldo e veloce nelle vene; ho apprezzato il suo consegnare ai suoi familiari il compito di lenire l’indubbia delusione di una campagna elettorale per la quale il Dottore immaginava una conclusione diversa. Mi creda Dottore che concordo con lei nel ritenere le persone amate come le più fondamentali alla conduzione di una esistenza serena perché in fondo, oltre a loro, le vicende umane riservano spesso delle spiacevolezze.
Anche me è capitato di prendere coscienza definitiva di ciò, e la mia famiglia è l’ancora che mi consente di contrastare i marosi mentre la politica è solo una parte minimale della vita di una persona (per fortuna) alla quale si deve riservare un tempo e un luogo altrimenti diventa una malattia.


Quindi onore ai vinti e buon lavoro alla squadra amministrativa di Simonetta Rubinato.
Per il resto il panorama nazionale è vergognoso. Magari è il caso di ascoltare le intercettazioni nelle camere da letto del vecchietto così ci facciamo una idea della vergogna.

Saluti

Paolo Gatto

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160