TIT.jpg (16363 byte)
 
GATTO.jpg (15316 byte)
   
Domenica
8 febbraio
2009

 

Zerbinati, mi consenta

Gatto: "Il concetto che ha espresso è aberrante"
Mi aspetto che i ministri Sacconi e Zaia siano vicini a qualsiasi amministrazione governi Roncade
  

Mi sento in DOVERE di intervenire.

Parlerò come iscritto al PD e se nessun altro lo farà almeno qualcuno della mia parte potrà dire di non lasciar correre.
Egregio Dottor Zerbinati, probabilmente il Sig. Piovesan, che non conosco, risponderà per la parte in cui lei lo ha chiamato in causa quindi mi atterrò all’argomento che mi interessa.
Lei ritiene motivo caratterizzante e qualificante della sua candidatura l’esistenza di un filo diretto con i Ministri Sacconi e Zaia quale estensione del concetto di vicinanza all’attuale governo di destra. Si stupirà ma ritengo tale vicinanza scontata. Ovviamente nel male.

Quello che stupisce me sono le conseguenze di ciò che lei scrive ove emerge chiaro e forte che tale filo diretto è motivo fondante ed irrinunciabile per lo sviluppo del nostro territorio.
Insomma si evince che lei sostiene che l’affinità di partito o coalizione fra enti superiori, anche quelli inutili come le province che nel programma del PdL dovranno essere cancellate, e amministrazioni comunali è in fin dei conti un vantaggio per le amministrazioni stesse; ergo se questa affinità politica non esiste probabilmente lo sviluppo del territorio ne risente.
Lei sostiene quindi che se i cittadini sceglieranno lei, così affine al governo, potrà ottenere qualcosa dagli “amici dei piani superiori” in termini di vantaggi per i cittadini stessi mentre se il nuovo sindaco fosse di Rifondazione piuttosto che Liberale o Radicale o, ahilei, del PD non sarebbe così “ben visto” da quegli stessi suoi amici.
Mi pare un concetto aberrante per qualunque spirito liberale e democratico se in questo paese vuol dire ancora qualcosa.
Il pensiero che il colore politico di una amministrazione possa favorirla, e per contrappasso, danneggiarla nel rapporto con enti superiori di colore diverso è una offesa ai cittadini e, mi perdoni, sventolare un simile concetto suona come una velata minaccia. Altro che federalismo.
Sono sicuro che non si è spiegato bene.

Mi aspetto che i ministri Sacconi e Zaia siano vicini a qualsiasi amministrazione governi Roncade tanto quanto ogni Sindaco sia vicino ad ogni cittadino di destra o di sinistra; forse lei non lo sa ma i miei (da sempre) concittadini per innato senso della democrazia non sopportano che si facciano differenze fra persona e persona, non accettano favoritismi né sopportano angherie sulla base di presunte vicinanze “amichevoli” tanto da bollare con epiteti “coloriti” al solo annusare di tale abuso da parte di quelli “che contano”.

In riferimento al secondo problema (le sbarre a Ca’Tron) esiste da quando sono nato (43 anni) quando mio nonno mi portava in bicicletta a Cà Tron per le strade inghiaiate della Stradazza e dei Boschi ma sicuramente lei non se lo ricorderà perché magari viene da fuori.
Qui servirebbe la memoria da elefante di Ivano Sartor che per 12 anni si è battuto per ottenere un qualcosa che nessun ente superiore, men che mai la Regione del governatore Galan che amministra credo da quasi tre lustri, si è mai degnato di favorire aldilà dei lavori legati alla metropolitana di superficie che prima o poi arriverà certo indipendentemente dalle capacità del prossimo Sindaco.
O magari accadrà come per certi comuni dove la provincia ha profuso denari grazie “all’uniformità di colore della casacca politica” dei sindaci con sottopassi, cavalcavie e bretelle, mentre a Roncade hanno fatto “pagare” ogni metro di strada provinciale trasferita al Comune; mirabile esempio di correttezza amministrativa. Si ricordi che i cittadini di Roncade hanno la memoria lunga.

Quanto al vecchiume se si tira in ballo Sacconi vuol dire che la memoria non arriva alla fine della prima repubblica. Se proprio mi devo fare accompagnare preferisco Zaia che almeno sorride.

Saluti

Paolo Gatto
(iscritto al PD)

     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160