TIT.jpg (16363 byte)
 
CATRON.jpg (13123 byte)
   
Mercoledì
10 giugno
2009

 

In vendita una fetta di Ca' Tron

Fondazione Cassamarca Spa medita di cedere la parte settentrionale
Alla base del provvedimento la ricerca di liquidità per il mancato versamento dei dividendi Unicredit
  
Con i suoi 1.100 ettari compatti è la più grande azienda agraria a corpo unico nel Triveneto ma ora rischia di perdere un pezzo. La tenuta di Ca’ Tron, all’estremo margine meridionale del comune di Roncade e acquistata nel 2000 da Fondazione Cassamarca versando qualcosa come 50 miliardi di lire alla Usl 9, potrebbe essere ridotta attraverso la vendita di un suo settore. Una parte marginale, a forma di triangolo e divisa dal blocco principale dalla ferrovia Venezia-Trieste, ma è pur sempre qualcosa.

Il motivo per cui il tema sarà all’ordine del giorno di uno dei prossimi consigli di amministrazione, secondo indiscrezioni, è lo stesso che perseguita la Fondazione da quasi un anno. Cioè il mancato versamento dei dividendi da parte di Unicredit provocato dalla crisi finanziaria e cioè, tradotto in cifre, una trentina di milioni che non entreranno a Ca’ Spineda. Abbastanza per mettere in affanno come mai era successo prima le attività della macchina di De Poli e da indurre la sua amministrazione a mettere sul mercato una serie di beni immobili o parti di essi.

Fra questi, dunque, dopo anticipazioni riguardanti teatri e altri stabili giudicati «non strategici » per l’attività dell’ente, ora si parla di una fetta di Ca’ Tron. La tenuta, in otto anni, si è arricchita con la ristrutturazione degli stabili della vecchia azienda e di numerose case coloniche abbandonate, oltre che con la messa a dimora di viti, mais ed altre coltivazioni. A Ca’ Tron ha trovato sede il più volte contestato laboratorio per la ricerca sulle biotecnologie affidato all’istituto triestino Icgeb ed un nuovo grande auditorium.

Il valore della proprietà, in sintesi, è passato dai 25 milioni del 2000 ai circa 300 di oggi ed a Ca’ Tron sta inoltre per iniziare una fitta stagione di corsi di formazione per il personale di Finmeccanica, società aerospaziale interessata a stabilire una sede in quella zona a vantaggio della sua controllata inglese AgustaWestland. La cessione di alcune decine di ettari periferici, dunque, non dovrebbe incidere sui progetti. Si tratta comunque di un terreno vincolato ad uso agricolo e le antiche paure di appetiti delle aziende dell’escavazione non dovrebbero dunque riproporsi.
     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160