TIT.jpg (16363 byte)
 
MAESTRA.jpg (10113 byte)
   
Giovedì
9 luglio
2009

 

Cercasi educatori ad ampio raggio

Carrettin: "Seguire il modello delle comunitò di pratica"
Oggi più che mai necessario far crescere menti aperte, creative e costruttive
  

Gentile Direttore,

trovo molto stimolante leggere questo spazio: si sta arricchendo di numerosi nuovi input che potranno dar modo a tutta la Comunità di arricchire il personale bagaglio culturale di ognuno.

Mi riferisco in particolare a quanto cortesemente scritto dall’Assessore Zottarelli in risposta alla mia del 27 giugno 2009, che ci ha reso edotti su ciò che dei grandi come Seneca e Livio abbiano affermato in merito al significato di Educatore: frasi storiche, che non vanno dimenticate, ma che vanno invece allargate al senso di Educatore ad ampio raggio.

Se vogliamo fare riferimento all’etimologia della parola, Educare deriva dal latino e-ducere, e cioè condurre fuori, quindi favorire una situazione che permetta venga messo in luce qualche cosa che è nascosto.
Sono perfettamente d’accordo, quindi, quando l’Assessore ribadisce il senso della frase di Seneca, perché pure io considero che l’Educatore (il docente, ma anche il genitore o l’adulto che, in qualsiasi ruolo si presenti, accompagni i bambini nella crescita), debba sempre guardare avanti e migliorarsi!

E’ nella logica delle cose!

Grave sarebbe se non fosse così: tale atteggiamento è fondamentale per il bene dei bambini, ancor più ora che viviamo avvolti da un contesto di educazione mediale che sta avendo il sopravvento.

Sono altresì d’accordo quando viene anche nominato Plinio, rispetto al fatto che sia fondamentale far crescere menti aperte, creative e costruttive: per quanto mi riguarda, si sta solo confermando ciò in cui credo e cerco di praticare quotidianamente.

Mi sembra, però, che in tutto questo non si sia compreso ciò che invece pedagogicamente sta a significare la Comunità di pratica (o di pratiche, come dir si voglia).
Sicuramente grazie a Wenger stiamo tutti rendendoci conto del valore aggiunto di tale opportunità, ma… mi creda, Assessore: il mio era solo un riferimento ad esperienze circoscritte, a piccoli gruppi o classi all’interno delle quali ho operato, toccando con mano quanto sia indispensabile operare in questo modo.

Concretizzare con pienezza tale modalità costruttiva in ambienti più vasti, nonostante ci si stia orientando affinché ciò possa avvenire, è ancora lontano dal vederlo realmente realizzato e deve ancora farci crescere, tutti.

Concordo nuovamente con Lei, quindi, quando afferma, “… il processo di apprendimento non si compie in automatico; servono “grandi” Educatori”: ecco, è proprio di questo che la nostra Comunità ha bisogno, nel senso di Educatore, però, ad ampio raggio, come dicevamo poc’anzi.

Ed è a tale scopo che rinnovo a tutti noi un buon lavoro.

Paola Carrettin

     

LUCA5.jpg (5860 byte)

Costruiamo il vostro futuro
cell. 348 9972665

   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160