TIT.jpg (16363 byte)
 
ZERB.jpg (13597 byte)
   
Venerdì
6 giugno
2008

 

Sindaco, non hai futuro

Zerbinati: il voto dice che anche a Roncade il ciclo si è chiuso
Per parlare di piazza, il tuo progetto non è mai stato illustrato nella sede propria, cioè in Consiglio comunale
  
In questi ultimi giorni di politica molto è cambiato. Ed il popolo degli elettori non poteva essere più chiaro: sul fatto che ha voluto un netto cambiamento e su che direzione, questo cambiamento, deve prendere.
E questo vale a Roma come a Roncade.

L’epoca della politica cinica ed arrogante della sinistra è finita. Ora, con rinnovato slancio, è giunto il momento di ridare onore e forza ai nostri ideali: cioè le nostre tradizioni, la nostra storia di lavoratori onesti, la nostra solidarietà sociale, i nostri affetti. Riprendiamo in mano la barra del timone e torniamo ad essere titolari della nostra storia, ben sapendo con orgoglio che il “modello veneto” non solo è giusto ma sarà trainante per tutta l’Italia.
Perché non si amministra una città con tavoli di discussione su tutto per non concludere null’altro che sia solo autoreferenziale; perché non si amministra una città con arrogante presunzione di sapere sempre tutto e meglio degli altri; perché non si amministra una città per andare a Roma ed, ancor peggio, non si amministra una città del Veneto da Roma !

I nostri Concittadini hanno le idee ben chiare: vogliono che chi merita vada avanti; vogliono difendere le proprie tradizioni; vogliono che gli immigrati accettino e rispettino le nostre leggi e la nostra civiltà senza che nessuno ci imponga di nascondere il Crocefisso e la nostra Bandiera; vogliono che la famiglia sia una cosa e le coppie gay un’altra; vogliono essere protetti da chi delinque avvertendo la drammatica crescita della violenza e della ferocia della criminalità; vogliono giustizia rapida e certezza della pena; vogliono anche avere servizi pubblici( scuola, sanità, assistenza, viabilità, ecc) adeguati alle tasse pagate nella convinzione che pagare tasse giuste sia il dovere di ogni cittadino.
Vogliono solo cose di buon senso ! E quindi non vorranno più Sindaci che sono riusciti solo a far cassa alzando l’ ICI e non si sono mai interessati concretamente al federalismo ( perché a parole son bravi tutti) e poi improvvisamente, quando cambia il Governo, si inventano federalisti da 20 % di IRPEF ( perché il nostro sindaco - ex - senatore - ora - onorevole non lo ha fatto quando , con rilevanza di governo, poteva e “ doveva” ?).

PIAZZE:

Sia chiaro, una volta per tutte, che non sta scritto da nessuna parte che l’Opposizione doveva intervenire e risolvere il problema del progetto di Roncade, fuori dalle Istituzioni. L’Opposizione riconosce nel Consiglio Comunale l’unico luogo istituzionale ed ufficiale dove discutere. E’ invece questa Maggioranza che non ha mai, MAI, voluto presentare in Consiglio Comunale il progetto ( che quindi nasce come cosa propria assolutamente mai condivisa con l’Opposizione e della quale alcune persone hanno potuto scegliere solo “ il colore” e non la sostanza).

E Questa Maggioranza non ha pensato di presentarlo in Consiglio Comunale neppure dopo il clamoroso insuccesso della presentazione pubblica della fiaba di Nonno Tommaso e della sua tristissima nipotina Giulia, con ciò dimostrando ancora una volta il volto arrogante e presuntuoso della loro politica.

Il nostro gruppo ha invece lavorato a fondo, con continuo vero riscontro dei Cittadini più volte chiamati a tarare il progetto ed infine, in rispetto dei Roncadesi e delle Istituzioni, ha chiesto che di questi progetti se ne discuta nel prossimo Consiglio Comunale, forti anche di oltre 500 firme di Concittadini contrari al progetto-Rubinato.
Perché noi non siamo a favore di una categoria piuttosto di un’altra a seconda degli interessi politici ( come invece fate voi perché questa categoria del pensiero è nel vostro DNA) Noi siamo a difesa di tutti i Roncadesi.
Io non mi permetto, come invece fa il Sindaco-ex-senatore-ora-onorevole, di decidere chi sarà il Candidato Sindaco avversario, ma con molta più umiltà mi permetto di pensare che a me, se fossi onorevole, scoccerebbe non poco perdere una competizione Comunale ( che figuraccia ci farei ? e come lo dico poi a tutte quelle “amiche ed amici” che sotto i portici mi hanno per l’ennesima volta tirato la giacchetta ?).
Se ne faccia una ragione Signor Sindaco-ex-senatore-ora-onorevole-avv-Rubinato: non c’è più tempo per rifarsi una nuova facciata. Il voto nazionale e quello roncadese ha decretato la fine di un ciclo: il Suo.

Comunque andranno le cose nel prossimo futuro, io resto qui tra i Roncadesi e continuerò ad impegnarmi per Loro. E con me lo fanno e continueranno a farlo tutti gli amici che in questi anni hanno creduto negli stessi ideali, negli stessi sentimenti.

Consigliere Comunale Guido Zerbinati
POLO per RONCADE