TITY.jpg (7413 byte)
   

Cristiani

con orgoglio

   
ZERB.jpg (13597 byte)
         
Zerbinati: solo in Italia si sarebbe potuto impedire al Papa di partecipare ad una manifestazione pubblica.
Eppure il 20 gennaio, l'unica volta in cui avrebbe fatto bene ad esserci, Rubinato non era a Roma ma alla festa dei vigili urbani
  

 

3 febbraio 2008

DEMOCRAZIA SCONFITTA - CRISTIANI CON ORGOGLIO

In quale paese del mondo si sarebbe potuto impedire al Papa di accettare l’invito di partecipare ad una manifestazione pubblica ?
In quale paese europeo la minaccia di una sparuta minoranza di vetero-comunisti avrebbe potuto trovare, con la complicità del governo attuale sbilanciato a sinistra, la forza di bloccare il Papa ?
In quale altro paese europeo la sinistra è in grado di condizionare la vita politica, culturale, economica, morale ed etica di un popolo ?
Solo in Italia!

Dove ha vinto il fondamentalismo laicista intollerante, arrogante, antidemocratico, radicale, anticlericale ! Cioè un caricatura di laicità. Hanno vinto quegli “intellettuali” che avevano affermato che il Papa era una “personalità inconsistente “.
Se questi sono i maestri c’è da avere angoscia per il futuro dei nostri figli.
E’ una società che per opera di questi maestri di laicismo si sta trasformando in una poltiglia di massa dove, nella drammatica superficialità di un relativismo diffuso, qualcuno ( che è stato anche al governo ) tenta di minare il valore della famiglia ( intesa come unione di una donna ed un uomo quale cellula fondante di una Società); vorrebbe far saltare la differenza tra i sessi; si impegna nella battaglia per la moratoria per la pena di morte ma fa di tutto per rifiutare la battaglia vera per la vita che vuol dire affrontare in maniera critica e profonda il dramma dell’aborto, e invece, utilizza con cinismo il drammatico problema dell’eutanasia; che impedisce alla più alta figura religiosa UNIVERSALE di parlare; ed infine ci impone di rinunciare, alle nostre radici cristiano-giudaiche, su cui si fonda la civiltà del mondo occidentale, sacrificate sull’altare di un falso buonismo ( e intanto sparisce il Crocefisso dai muri delle scuole e sparisce anche il Gesù Bambino dal Presepe).

Una società in cui purtroppo nessuno più insegna ai nostri figli le regole del rispetto altrui e della responsabilità propria.
Da cattolico-liberale avverto tutto questo infido laicismo come il più grande dei nemici ! E mi permetto, umilmente, di considerare Papa Benedetto XVI come il più grande e miglior baluardo in difesa dei principi cristiani.

E così devono aver pensato le 200.000 persone presenti a Castel Sant’Angelo domenica 20 gennaio. Essi, con la loro testimonianza hanno ripristinato i valori della libertà della tolleranza, del rispetto delle posizioni diverse, della sacralità universale del Papa, dell’identità cristiana in Italia.

Guido Zerbinati
Consigliere Comunale Gruppo F.I. del Gruppo Polo per Roncade

PS: Il Senatore/ Sindaco Rubinato quella domenica ha scelto di partecipare alla festa della Polizia Municipale a Roncade. Caspita ! E’ sempre a Roma e l’unica volta che doveva esserci è rimasta a casa .Ricordate Roncadesi ! Ricordate!

PPS: Per fortuna questo governo è caduto !