TIT.jpg (16363 byte)
 
WIFI.jpg (11492 byte)
   
Domenica
17 agosto
2008

 

Wi-fi pubblico, l'esempio di Asiago

Nel centro montano chiunque può navigare per strada a pochi euro
Una delibera spiega come sia stato possibile. Inutile ricordare quanto il tema sia seducente per la prossima campagna elettorale roncadese
  
Asiago è un comune che ha meno di 7 mila abitanti, cioè all'incirca la metà di Roncade, si trova in un'area di montagna turisticamente interessante ma infelice per i collegamenti e la realizzazione delle infrastrutture più ordinarie eppure ha saputo rendere disponibili ai propri residenti Internet via Wi-Fi a 110 euro l'anno, 220 se si tratta di ospiti.

La notizia ha avuto nei giorni scorsi un'ampia eco perchè la città è fra le prime in Veneto a permettere a chiunque, a prezzi davvero minimi e con "abbonamenti" anche di taglio settimanale e mensile, di sedersi su una panchina di un giardino pubblico e lavorare o svagarsi con il proprio pc portatile.
Come e con quale partner privato sia riuscita a far questo è spiegato nella delibera che si può leggere cliccando qui.

Roncade non è altrettanto turistica, nonostante una vocazione in tal senso ci possa pure essere. Però probabilmente gode di un clima un po' più dolce anche nei mesi freddi ed è abitata sicuramente da tanta gente a cui piacerebbe svolgere un po' del proprio lavoro ad esempio sul Parco dell'Isola del Musestre o nei giardini del castello piuttosto che al chiuso di una stanza. Magari giovani a cui piace studiare, discutere di pc o dei loro amici di chat in gruppo, facendo quel po' di giusto allegro chiacchiericcio non consentito in biblioteca.

Semplicemente, a Roncade di sicuro abitano persone che sarebbero contente di pagare Internet meno della metà di quanto spendono con Telecom, Tiscali, eccetera, fino all'esosa Asco Tlc.

Non c'è altro da aggiungere per le orecchie di un buon amministratore - od aspirante tale - che stia per affrontare una campagna elettorale.
Se sta leggendo queste righe dovrebbe aver capito da solo quanto la comunicazione sul web sia diventata centrale (e la fruizione di internet irrinunciabile) rispetto a soli due o tre anni fa.