TIT.jpg (16363 byte)
 
SMITH.jpg (12799 byte)
   
Lunedì
8 settembre
2008

 

Filiera corta: contadini pigri? Di più il Comune

Meneghello: "Sfruttiamo la Fondazione Città di Roncade"
L'ufficio affittato dall'amministrazione sotto i portici venga utilizzato per proporre prodotti locali. Chilometri zero, poi, anche nelle mense scolastiche
  
Ho visto l'intervento su Roncade.it (clicca qui), ritengo di partecipare al dibattito portando alcuni contributi.

Contadini pigri .. forse alcuni ... nel territorio per quanto riguarda gli ortaggi vi sono delle belle realtà dove é possibile risparmiare mangiando frutta e verdura di qualità a kilometri zero. Sia chiaro che tutto questo non si sostiene da solo ... uno sforzo lo deve fare anche il consumatore, certo al supermercato si trova tutto a portata di carrello mentre per acquistare in azienda bisogna andar per campagna

Per carne e latte la questione é più complicata, si tratta di prodotti maggiormente deperibili per la cui conservazione necessitano macchinari dedicati.

Si tratta di invertire la tendenza dell'impresa e del consumatore, proviamoci, ....... la differenza la può fare il Comune, faccio una proposta ... perché le mense del comune non utilizzano frutta, verdura, carne e latte proveniente da Roncade o comunque prodotti a kilometri zero "certificati"?

Probabilmente non servono cooperative .. il Comune ha una fondazione, la "Fondazione Città di Roncade", sfruttiamola come braccio operativo.

Anche la nuova amministrazione dovrà togliersi la pigrizia .... ed arrivare in piazza con proposte concrete!

Eccone una, la riprendo da una mia precedente proposta, in collaborazione con con le associazioni di categoria e gli imprenditori!

Stamattina, acquistando il giornale presso l'edicola sotto i portici in Via Roma e chiacchierando con l'orefice che stà ristrutturando il negozio, ho notato l'ufficio affittato dal Comune chiuso ... non é la prima volta che lo é!

Anziché sottoutilizzare l'immobile (di cui ricordo paghiamo l'affitto!) organizziamo lo spazio per portare in piazza i prodotti da vendere, sarà una proposta provocatoria ma realizzabile!

Quando i consumatori vedranno nell'ufficio comunale i prodotti roncadesi, sentiranno che i propri figli nelle mense delle scuole si mangiano prodotti della zona, sono convinto che una tale sensibilizzazione e presenza massiccia nel territorio smuoverà la pigrizia di tutti.

Tutto questo permetterà di caratterizzare le piazze rispetto ai centri commerciali ed allo stesso outlet.

L'idea degli orti comunali é sicuramente buona ... io li chiamerei gli "orti sociali" perché socialmente utili... e scusate ... di facile attuazione ... a Roncade il terreno non manca; tra l'altro a Ca'Tron c'é fondazione Cassamarca con qualche ettaro sottoutilizzato ... ecco una bella azione che la Fondazione, nell'ambito del territorio, ritengo possa organizzare per favorire l'apertura concreta del territorio ai cittadini, nell'ambito dell'accordo di programma siglato tempo fà. Se fossi un amministratore lo avrei già fatto ... ma qui di pigri ce ne sono ... più di qualcuno ...

Allora a Roncade siamo tuti d'accordo? Via la pigrizia!

Io sono pronto a raccogliere la sfida, proporrò gli argomenti ai colleghi per l'inserimento nel programma amministrativo in occasione delle elezioni 2009.

Grazie dell'attenzione a tutti

Roberto Meneghello
Consigliere Comunale