TIT.jpg (16363 byte)
 
GIACOM.jpg (14082 byte)
   
lunedì
29 dicembre
2008

 

Roncade città contro la pena di morte

Giacometti: "la delibera è un atto di alto valore morale e civile"
Unici voti contrari quelli di Boris Mascia (An) e Marco Donadel (Lega). Nel mondo le città per la vita sono 760
  
In occasione della giornata in cui si fa memoria dell’approvazione della dichiarazione dei diritti dell’uomo avvenuta alle nazioni unite esattamente 60 anni fa, segnalo come nell’ultimo consiglio comunale tenutosi il 28 novembre
Il Consiglio Comunale, ha deciso, con i soli voti contrari dei consiglieri di minoranza Mascia Boris e Marco Donadel, di aderire alla rete mondiale delle “Città per la vita/Contro la pena di morte”.

L’approvazione di questa delibera da parte del consiglio comunale, oltre ad affermare la contrarietà alla pena di morte, in quanto negazione del primo dei diritti umani delle persone, rappresenta un atto di alto valore morale e civile.
E’ un segnale importante, contro tutte le forme di giustizialismo sommario, di affermazioni dei principi di legalità e rispetto delle persone, valore non solo cristiano; ricordiamo il “Nessuno tocchi Caino” della Genesi, ma anche umano
A tale proposito basti ricordare come, nel XX secolo, nei soli Stati Uniti, sono state “giustiziate” 23 persone poi riconosciute innocenti.

Le città per la vita, che sono 760 in tutto il mondo, tra cui 35 capitali, anche il 30 novembre di questo anno celebreranno la Giornata Mondiale per la Vita e contro la pena di morte, illuminando in modo simbolico un edificio.

L’iniziativa è promossa dalla Comunità di S.Egidio, dall’Unione Europea e dal Comune di Roma , in ricordo dell’anniversario della prima abolizione della pena di morte dall’ordinamento di uno Stato Europeo, da parte del Granducato di Toscana, avvenuta nel 1786.

Paolo Giacometti
Capogruppo Progetto Città Insieme

     
   
REAL2.jpg (13956 byte)

RE@LSERVICE Sas
via Roma 105, 31056 RONCADE (TV)
TEL/FAX 0422 842160