TIT.jpg (16363 byte)
 
GATTO.jpg (15316 byte)
   
Giovedì
22 maggio
2008

 

Parcheggi? Alibi peloso

Gatto: la solidarietà sui rischi della Piazza Longa ha il fiato corto
Cent'anni fa la piazza senza auto era una meraviglia, poi i commercianti vollero una strada. Perchè sul centro deve decidere solo chi ci guadagna?
  
Confermo quello che dice Giacometti.

Anche io ho sentito che la strada che congiunge Casale con Monastier sarebbe dovuta passare a sud di Roncade e che a volerla lì sarebbe stato un gruppo di commercianti e questa storia la sanno tutti, soprattutto gli abitanti delle frazioni (basta parlare con i più anziani). Chi fossero non mi è stato mai detto. Pare poi che la ferrovia Venezia Udine sarebbe dovuta passare anche quella vicinissima al centro di Roncade ma qualche latifondista la volle distante dai suoi terreni agricoli così rimanemmo esclusi da qualsiasi stazione (si pensi a Meolo e Quarto d’Altino). Col senno di poi possiamo dire che si tratto di due decisioni errate per non dire di peggio.

Mi piacerebbe che si potessero riportare i commenti di molti cittadini delle frazioni sulla diatriba della piazza del centro di Roncade ma molte sarebbero irripetibili ed inoltre costituirebbero un imbarazzo per tutti quelli a cui la piazza piace così come è e cioè parcheggi durante la settimana ed un deserto la domenica.
Che ci andiamo a fare sotto ai portici se i negozi sono chiusi, fatti due passi la piazza è finita; va bene prendi un gelato, bevi qualcosa, fai cose vedi persone per un totale di tre quarti d’ora. Inutile sperare che i negozi siano aperti la domenica perché ovviamente il giusto riposo spetta a tutti ma mi sembra che dire che chiudere la piazza voglia dire farla morire mi sembra troppo.

La domenica di fatto è appunto chiusa nel senso che anche se vai hai poco da fare e allora dovremmo dire che i parcheggi servono solo durante la settimana (lunedì escluso). Il lunedì appunto nessuno si lamenta perché la piazza è piena di gente che cammina e chiusa al traffico; mi pare allora che il problema non sia chiudere o meno la piazza quanto riempirla di gente quando è chiusa alle macchine (consiglio una visita ad Abano) motivo per il quale anche i commercianti (nell’attesa che fra loro e gli abitanti del centro diano una mano di pittura e una lucidatine alle pavimentazioni) potrebbero mantenere o addirittura aumentare le loro entrate.

Poi probabilmente la domenica leccando un gelato non si potrebbe comunque guardare le vetrine, ma per quello e per gli spendaccioni c’è il centro commerciale in cui TUTTI (attenti al naso lungo che esce dallo schermo del computer) vanno anche se poi dicono il contrario.

Suvvia vedo in giro solidarietà pelosa su parcheggi e piazza longa ma se qualcuno si prende la briga di guardare le foto sulla piazza come era un centinaio di anni fa con la processione a piedi non potrà dire che adesso con le macchine accatastate davanti agli archi sia più bella oggi.

Ma io sono di S.Fosca e la casa me la dipingo con i miei soldi dopo aver sentito il Parco del Sile; probabilmente qualcuno dirà che a decidere sul centro di Roncade deve decidere solo chi ci abita o ci guadagna (onestamente ovvio) ma a pensare così non si và lontano.

Chiedete a chi non abita in Piazza.

Paolo Gatto
Ex consigliere che ha sempre detto e fatto quello che pensa