TITY.jpg (7413 byte)
   

Coagulante

cercasi

   
VINAV.jpg (10084 byte)
         
A Roncade ci sono molte persone che sul futuro la pensano diversamente rispetto a chi governa la città.
Urge metterle assieme perchè questa politica è ormai un dvd incantato
  

 

6 luglio 2007

In questo Paese (l’Italia) siamo pronti a fronteggiare una Politica che si ripropone in loop come un dvd incantato? A giudicare dalla candidatura veltroniana alla guida del Partito Democratico si direbbe di no, e non va meglio all’opposta fazione sempre e comunque capitanata dallo stesso soggetto. Al centro non si muove una foglia.

In questo paese (Roncade) siamo pronti a cambiare idea sul modello di sviluppo che ci viene proposto?
Ritorna al centro della scena la questione dell’Outlet, che da quanto si vocifera verrà ridimensionato a rango di centro commerciale qualunque, dato che –pare- le grandi firme che contano sceglieranno una collocazione ed una struttura più consone al loro livello. Se se ne uscirà con una manciata di mosche, ci avremo rimesso tutti, in testa i signori che sul progetto hanno investito.

Roncade trova nella sua integrità ambientale, sociale e territoriale la maggiore risorsa per il futuro, non c’è bisogno di importare modelli americani come si faceva negli anni ’50. Il traffico, l’asfalto e le compere di massa sono idee vecchie, e quando si costringe la popolazione ad indossare abiti mangiati dalle tarme e maleodoranti di naftalina si rischia seriamente di sollevare malumori, per capirlo basta un briciolo di buonsenso.
L’operazione Outlet –pensando per un attimo che non ci fosse alternativa- avrebbe potuto essere felicemente portata a termine nei pressi del nuovo casello autostradale, come normalmente accade. In tale collocazione, infatti, la struttura non avrebbe arrecato il minimo disturbo ai cittadini dei paraggi e non avrebbe incontrato tutte queste prese di posizione contrarie. Il Blog in Piazza ne è solo il più palese esempio, anche data l’ubicazione dirimpetto al Municipio. Se sarà portato a termine, il progetto avrà probabilmente vita breve, poi forse si potrà pensare a mente lucida come recuperare la destinazione dell’area.

Ciò che non dovrà più accadere è che decisioni tanto importanti vengano prese con assoluta superficialità disinteressandosi completamente dell’opinione dei cittadini, anche se tali decisioni verranno maturate nel corso di più legislature e con Sindaci diversi. Gli amministratori passano, Roncade rimane.

Signori, esistono molte persone in questo comune che hanno idee diverse per il futuro, ora è sufficiente trovare un coagulante in grado di farle incontrare e collaborare, indipendentemente dalle convinzioni politiche.

Lorenzo Pezzato