TITY.jpg (7413 byte)
   

Ma Siffoni

fa di più...

   
STIFF.jpg (10477 byte)
         
Rubinato passa per una stakanovista di Palazzo Madama ma vediamo i numeri:
Piergiorgio Stiffoni lavora di più
  

 

24 giugno 2007

Gentile Direttore,
come ogni giorno, mi soffermo volentieri a leggere quanto viene pubblicato in Roncade.it; devo riconoscere che attendevo impaziente il Suo rientro dalle ferie, questo Suo quotidiano impegno per molti di noi a Roncade è ineguagliabile ed insostituibile, grazie.
Oggi, considerando il mio pensare politico, l’attenzione è ovviamente per gli articoli: “Le palle di Umberto” e felicemente sorpreso, per “le palle del Sole”.

Per il primo articolo, immaginando che simpaticamente “palle” sia il pseudonimo di “balle”, posso tranquillamente dire che le argomentazioni nell’Umberto non prestano il fianco ad interpretazioni faziose e constato che quanto scritto nell’Umberto è stato ampiamente compreso e condiviso dai Roncadesi.

Il foglio del Pci (non sono riuscito a leggerlo), prodotto ad oltre un mese dall’uscita dell’Umberto e che concettualmente rispetto, se scrive che gli “attacchi” al Sindaco di Roncade, sull’Umberto sono ordinati dai “capi” della Lega di Treviso, sbaglia. Questi “capi” sanno si e no che esiste un periodico della Lega a Roncade , figuriamoci se perdono tempo a considerarlo o quanto meno a leggerlo. Probabilmente pensano che per screditare la Senatrice basti l’atteggiamento di Visco o altri, (cronaca di questi giorni). Il contesto o la verità se si accetta, è molto più semplice, più locale, per nulla provinciale.
Dal primo numero, Dicembre 1995, l’Umberto, che è bene sottolineare, è il pensiero unanime dei militanti della Lega di Roncade, è sempre stato critico con tutte le Amministrazioni, inclusa l’Amministrazione dove la Lega Nord era rappresentata dal vice-sindaco Franco Favero, dall’assessore Sabrina Bianco e dall’onnipresente assessore Renzo Bettiol. Quindi nessuna mira o rancore particolare, ma rilevazioni puntuali e critiche, volutamente colorite e pepate sull’operato dei responsabili politico-amministrativi di Roncade.
Ricordo che a quei tempi esisteva un altro periodico “Il Foglio” curato da Luciano Damelico, ebbene tra “il Foglio” e “l’Umberto” correva una forte ma corretta competizione, lo stesso Sindaco Sartor, accettava sportivamente critiche “severe”, certamente un esempio di signorilità e di fairplay, anzi, si divertiva a collezionare le vignette dell’Umberto. Atri tempi purtroppo!

Oggi, è tutto più complicato, a Roncade c’è la Senatrice, intoccabile, anche perché, contro qualsiasi avvocato, è consigliabile tenere la penna con la punta delle dita. E poi diversamente da Sartor che spesso rispondeva di suo pugno, s’intromettono “paladini”, anche se in ritardo come sembra per quest’ultimo caso. Lo faccio osservare perché probabilmente l’Umberto edizione Maggio è già in dimenticatoio da parte dei più.
Per quanto il Sindaco di Roncade, abbia lavorato e ottenuto a Roma dall’inizio della legislatura ad oggi, lavoro appunto sottolineato nel foglio del Pci, concordo. La verità non si può smentire, ma a volte è interpretabile.
Un esempio per chi ha la possibilità di navigare in Internet: dal sito www.senato.it, si prosegue ciccando i Link nell’ordine: “vai alla pagina dei senatori” – “elenco alfabetico” – per poi cliccare sulla lettera “R” – infine su “Rubinato Simonetta” e voilà ci troveremo in positivo o in negativo a seconda dell’interpretazione politica davanti alla documenta cronaca dell’attività svolta in Senato, specificatamente riferita alla Senatrice Rubinato.
E’ possibile seguire lo stesso percorso per un altro qualsiasi Senatore, io sono andato a spulciare il lavoro del Senatore leghista Piergiorgio Stiffoni. Ho conseguentemente annotato alcuni dati specifici con riferimento dal 28/04/06, inizio della XV Legislatura a oggi, salvo miei involontari errori di trascrizione:
1) Numero di iniziative Legislative (DDL) come primo firmatario: Stiffoni 14 – Rubinato 2.
2) Numero di interventi sui Disegni Di Legge: Stiffoni 19 – Rubinato 17.
3) Presentazione interpellanze, sempre come primo firmatario: Stiffoni 1 – Rubinato 0.
4) Presentazione di interrogazioni a risposta scritta: Stiffoni 13 – Rubinato 3.
5) Presentazioni di interrogazioni a risposta orale: Stiffoni 0 – Rubinato 1.
6) Interventi in assemblea: Stiffoni 16 – Rubinato 5.
7) Interventi nelle specifiche commissioni: Stiffoni 9 – Rubinato 9.

Questo è quello che appare del lavoro svolto per ciascun Senatore in prima persona, c’è sicuramente ben altro non quantificabile, però nonostante questi scarni ma eloquenti dati e se il Senatore Stiffoni, risulta ai più, quello che va a Roma solo per scaldar poltrone, la Senatrice, mi sembra evidente, lo imita molto bene.
Per il secondo articolo: “le palle del Sole” mi rallegra e mi consola, l’attenzione ed il sacrosanto desiderio di giustizia e correttezza che traspare dal rimbrotto del signor Christian Guerra, nei confronti dell’importante quotidiano “Il sole 24 Ore”. In effetti, la caduta di stile che si percepisce dalle righe dell’articolo, fa propendere per un infuso di pura propaganda politica, male orchestrata. Quella volta, nessuno dei due Contendenti poteva essere sicuro di vincere, ma quanta modestia in questa Signora! Per Roncade avrebbe accettato con serafico altruismo il suicidio politico… e invece pensate un po’ vince al “primo turno” con 19 voti di scarto. Una vittoria al “primo turno” sicuramente unica in tutta Italia. Ci sarebbe di che sorridere se queste righe non appartenessero al Sole 24 Ore.

Comunque vada, l’intervento del Signor Christian, dimostra che anche il Cittadino non schierato politicamente, sa comprendere, sa reagire, fiuta l’inganno politico, è un segno nuovo e importante a Roncade che conforta.

Cordiali saluti

Giovanni (Gianni) Meneghel