TITY.jpg (7413 byte)
   

Vernel per

i defunti

   
VERNEL.jpg (11775 byte)
         
Un minimo e molto parsimonioso gesto di civiltÓ per il cimitero di Vallio:
basta con i bussolotti dei detersivi per portare l'acqua alle tombe
  

 

2 aprile 2007

A volte un particolare pu˛ uccidere una poesia. Lo cantava Enrico Ruggeri sul finire degli anni '80 riferendosi ad un flirt declinato rapidamente per il modo in cui lei addentava un panino in un autogrill.

Uno dei mille esempi di come l'immagine di qualcosa di importante possa essere strisciata da un'assurda negligenza.

Il cimitero di Roncade-Vallio Ŕ lindo e ben curato, c'Ŕ silenzio, luce e molto rispetto da parte di tutti.
PerchŔ allora lasciare che i vasi dei fiori recisi e le piantine debbano essere innaffiati con i bussolotti del Vernel?

PerchŔ accogliere i visitatori con uno sgembo cassonetto pieno di vecchi contenitori di detersivo per il bucato e tanichette di acqua distillata per i ferri da stiro?

VERNEL2.jpg (39022 byte)

Sotto: il modello di Treviso

Sopra: la situazione di Roncade

VERNEL4.jpg (57749 byte) Chi sia entrato anche una sola volta, ad esempio, nel camposanto di san Lazzaro, a Treviso, si sarÓ accorto di come esso sia stato dotato di semplici ma decorosi annaffiatoi in plastica, reperibili in qualsiasi grande magazzino a meno di due euro l'uno.

Tutti appesi per il manico ad essenziali staffe di ferro piantate al suolo oppure appoggiati a semplici cippi di pietra.

Comprarne una ventina per Roncade non dovrebbe svenare le casse di chi cura i servizi cimiteriali. Un biglietto da cinquanta euro per un segnale di civiltÓ qualcuno si sente di spenderlo?