TITY.jpg (7413 byte)
   

Caro Luciano

interveniamo

   
NATURA.jpg (10781 byte)
         
Lucio Bonel a Damelico: Hai sollevato un problema vero.
La natura ha le sue regole, occorre rimboccarsi le maniche e iniziare dal basso
  

 

1 novembre 2007

Ciao Luciano, finalmente abbiamo toccato un vero problema, ribadisco vero.
Qui si parla di tutto e di più e non si tiene in considerazione la cosa più importante, IL RISPETTO DELLA NATURA.

Bisogna costruire, e di conseguenza si deve tagliare, bisogna fare le piste ciclabili, e di conseguenza si deve tombinare, e qui cade tutto. La natura ha una sua logica che noi uomini, e sopratutto noi italiani o italiotti come vuoi chiamare, (in altri paesi confinanti non è cosi) con la nostra arroganza, vogliamo cambiare e soppraffare, ma lo sai meglio di me, questo è impossibile.

Ma dove sono i verdi (non quelli della Lega), dove sono, nati con un ideale, penso, a cui io tanti anni fa ho aderito, ma poi vedendo quale era il vero scopo ho lasciato.
Dove piffero sono? Stanno devastando tutto il nostro territorio, stanno violentando tutto quello di cui dovevamo andare orgogliosi, e poi guarda cosa è successo: per una pioggia di poche ore, per quanto eccezionale possa essere stata, tutti sotto acqua.

Poi si danno le colpe, ma a chi, quando anche noi nel nostro piccolo o grande egoismo cerchiamo di avere tutte le comodità possibili (il più delle volte inutili)?
Quanti soldi ci costa e costerà tutto quelo che avviene e avverrà, perchè sappiamo che il clima è cambiato, il globo si è riscaldato e non avremo più temporali a cui eravamo tanto abituati ma piccole piogge tropicali. Lo sai benissimo che questo oramai è "l'andazzo".

Bisogna intervenire. Nel nostro piccolo bisogna intervenire.
Abbiamo qui a Roncade dei bellissimi alberi, lungo le strade e nelle case private, e se li guardi la metà di essi stanno soffrendo, soprattutto a causa dei rampicanti che li stanno soffocando.
Volevo farti una proposta: perchè non orgazzate/ziamo una giornata con i giovani (non coi verdi) per mettere in ordine questi nostri capolavori della natura lungo le strade e le case, coinvolgendo magari anche gli adulti?

Guarda quel magnifico albero di Vianello vicino al comune: quello tra 2/3 anni sarà morto. Perchè? perchè non gli tagliano l'edera dalla bese che lo sta soffocando. Ah, Luciano, sarebbe un lavoro da 5-10 minuti, per me questo sarebbe un piccolo segnale. Sai che le cose grandi, non certo i grattacieli, iniziano sempre dal primo scalino.

Ciao, ti saluto. Speriamo di poter essere piccoli contribuenti della natura

Lucio Bonel