TITY.jpg (7413 byte)
   

Guerra e

musica/2

   
SINEFIN.jpg (10118 byte)
         
Non si placa la polemica delle due manifestazioni musicali in contemporanea
  

 

5 maggio 2006

LETTERA APERTA - COMUNICATO STAMPA

 


                                Egregio Senatore / Sindaco della Città di Roncade
                                - Sig.ra Avv. Rubinato Simonetta

                                Egregio Assessore
                                della Città di Roncade                    
                                - Sig.ra Brondolin Dina

                                Egregi Capigruppo del Consiglio Comunale
                                della Città di Roncade

                                Egregi Consiglieri Comunali – 3^ Comm. Cons.
                                della Città di Roncade
                       

OGGETTO: risposta alla lettera di questa Spett.le Amministrazione Comunale pubblicata sul sito www.roncade.it..


Non posso esimermi dal rispondere, a nome del tutto personale, all’Amministrazione Comunale in merito alla vicenda intitolata “UNA CITTA’ PER CANTARE”.

Parlando a mio nome e quale membro del Gruppo “RONCADE SINE FINES”, ora posso raccontare questa “bella” storia nel suo complesso e nella sua complessità.

Vorrei premettere che non sempre risulta sufficiente portare a conoscenza della gente la cronostoria di quanto successo, perché a mio avviso risulta assai semplicistica come cosa.

Voi mi ponete delle domande, ma non avete risposto alle domande poste dal Gruppo “RONCADE SINE FINES” nella lettera recapitata il giorno 14/04/06 … e poi permettetemi di dire che così scrivendo avvallate semplicemente la nostra ipotesi: ci avete dipinto come un Gruppo aggregato ad una schiera politica presente nel Consiglio Comunale e di conseguenza vi siete comportati.

Vorrei aggiungere un mio augurio, che avere un fratello Consigliere Comunale all’opposizione non sia per me, cittadino di Roncade, un problema.

Dico questo perché sia nell’articolo pubblicato sulla Tribuna, sia nella lettera pubblicata su Roncade.it sembra che lo sia … perché vi rifate a degli atteggiamenti o posizioni prese da dei Consiglieri Comunali, quando è il sottoscritto, ed il gruppo al quale quest’ultimo fa parte, soggetto della questione?! Forse non era meglio interpellare direttamente gli interessati?!

Ricordo che gli organizzatori della manifestazione sono il Gruppo “RONCADE SINE FINES” in collaborazione con l’Ass.ne “SCUOLA & MUSICA” di Roncade e non il Gruppo Politico “POLO PER RONCADE” come questa Amministrazione Comunale vuole far credere. A mio avviso è molto grave questo atteggiamento.

Quindi rispondo già da ora alla vostra provocazione riportata nell’ultimo paragrafo della lettera pubblicata su Roncade.it … <<Gentile Sig. Guerra, amareggiano gratuite considerazioni sull’operato di Amministratori e Funzionari della Città di Roncade che sanno più di battaglia politica che di normale rapporto tra cittadini e Amministrazione Comunale. …>> … siete voi ad aver stabilito il rapporto, sin dall’inizio, piuttosto come battaglia politica e non come un normale rapporto tra Amministrazione e Cittadino … forse c’era il pensiero che dietro a Guerra Christian aleggiava l’ombra del fratello e membro del Gruppo “POLO PER RONCADE”.

So distinguere bene i due ruoli … Politica e Associazionismo! Il sottoscritto fino a prova contraria non ha nessuna tessera politica nel portafoglio … perché vi ostinate a veleggiare questa bandiera?! Io non ricopro nessun ruolo pubblico, le mie parole sono parole di un semplice cittadino che vuole chiarezza su quanto accaduto … perché a me è stato riferito che il Comune non aveva risorse per destinare € 3.000,00 ad una manifestazione ben articolata e che avrebbe visto la Città di Roncade pubblicizzata nel Veneto / Trentino / Friuli, quando per un’altra manifestazione approvata molto dopo di “UNA CITTA’ PER CANTARE” sono stati trovati € 16.000,00?! E’ una mia facoltà chiedere questo?! E’ una mia facoltà avere delle spiegazioni?! E’ una mia facoltà sapere con quale diverso criterio queste due iniziative sono state trattate?! … E’ una mia facoltà avere queste risposte oppure no?!

Comunque veniamo ai fatti … a tutti i fatti però, e non solo quelli che risultano essere sotto gli occhi di tutti; non soffermiamoci solo a determinate date e numeri perché così facendo volete solo far cadere addosso al Gruppo “RONCADE SINE FINES” la responsabilità di quanto accaduto … non è giusto, ognuno si assuma le proprie responsabilità e vengano date delle risposte alle domande che vengono poste, come io farò di seguito.

Poi scusate, perché volete cercare di distogliere l’attenzione sul problema reale della questione, che credo sia ben chiaro a tutti, cercando di far apparire il sottoscritto uno sciocco?!

Ricordo e vorrei che fosse ben chiaro che al progetto “UNA CITTA’ PER CANTARE” stavamo lavorando dalla metà di agosto 2005 e non credo che uno si svegli al mattino e dica … non ho più voglia … buttando al vento 8 mesi di lavoro che hanno visto investiti tempo e denaro propri, nonché il lavoro di tanti gruppi e persone che gratuitamente si erano resi disponibili a perseguire, con il Gruppo “RONCADE SINE FINES”, la finalità del progetto e che non smetterò mai di ringraziare.

Punto per punto i retroscena di quanto accaduto che sommati all’ultimo del valore di € 16.000,00 mi hanno spinto, insieme al Gruppo “RONCADE SINE FINES”, ad assumere la decisione di sospendere l’iniziativa.

Per fare questo prenderò come spunto quanto da voi scritto, quindi prego i lettori di avere sotto mano anche la lettera scritta dal Comune che pecca di alcune mancanze.

E’ da premettere che il progetto “UNA CITTA’ PER CANTARE” era stato sommariamente completato alla fine di agosto 2005 tant’è che il sottoscritto aveva subito provveduto a depositare il medesimo alla S.I.A.E..

Da subito ho cercato di ottenere un colloquio con l’Ass.re alla Cultura, che poi non è altro che il Sindaco, ma per i suoi diversi impegni questo colloquio non ha mai avuto luogo. Il Sindaco ha visto bene di delegare l’Ass.re alle Politiche per la Famiglia, la Sig.ra Brondolin.

Un primo vis-Ã-vis tra il sottoscritto, in rappresentanza dell’Organizzazione, e l’Ass.re è avvenuto in data 26/09/05; in quel giorno è stato illustrato nel suo insieme il progetto ed in più è stata avanzata la richiesta di Patrocinio verbale. La partenza di per sé non era stata a mio avviso delle migliori e mi spiego … l’Ass.re invece di incoraggiarmi ad andare avanti, senza per forza complimentarsi del progetto, ha visto bene di dire testuali parole: <<Christian, saprai bene di non essere l’unico ad avere a cuore il territorio di Roncade?!>>. Lungi da me dal pensare questo … non mi sono mai sentito un paladino comunale … Non avevo però ben capito dove l’Ass.re con queste parole volesse andare a parare.

In data 29/09/05 la medesima documentazione, consegnata al Sindaco per mani dell’Ass.re in data 26/09/05, veniva depositata presso la Segreteria del Comune alla cortese attenzione dei Capigruppo del Consiglio Comunale sia di maggioranza, sia di opposizione … credo sia doveroso sottolineare questo, volevamo che l’intero Consiglio Comunale venisse reso partecipe di questo progetto che ritenevamo originale e positivo per il nostro territorio.

In data 30/09/05 in occasione del Consiglio Comunale, il Consigliere Guido Zerbinati presentava una mozione a favore di questo progetto. E’ una mia colpa se un Consigliere Comunale ha visto con occhi molto positivi questo progetto, depositato presso la Segreteria Comunale e a disposizione dei Capigruppo il giorno prima?!

Non nascondo che il giorno dopo dello stesso Consiglio Comunale, il Consigliere Buldo – membro della maggioranza - non esitò a chiamare il Pres. dell’Ass.ne “SCUOLA & MUSICA” di Roncade chiedendo come mai non aveva parlato con lui di questa iniziativa visto che avevano sempre organizzato iniziative insieme, e come mai il Dott. Zerbinati aveva il materiale in mano prima degli altri … ecc. … insomma una telefonata al quanto ambigua a mio avviso.

L’8 ottobre 2005 in seduta 3° Commissione, fuori o.d.g. e al termine della seduta, il Consigliere Pravato a nome del ConsIgliere Zerbinati, perora per la concessione del patrocinio da parte della Giunta (N.B.: a questa data la richiesta scritta non era pervenuta nonostante le sollecitazioni telefoniche da parte dell’Ass.re Brondolin e del Funzionario Favero) – testuali parole della lettera di risposta dell’Amministrazione -. Io mi domando quali siano i tempi e modi di lavorare della Segreteria Comunale … la richiesta formale di Patrocinio era stata deposita il giorno 04/10/05. Anzi a dirla tutta era stata depositata proprio quel giorno perché fortemente richiesta dall’Ass.re visto e considerato che il giorno 05/10/05 doveva riunirsi la Giunta Comunale che avrebbe di conseguenza deliberato il Patrocinio, ma così non avvenne.

Faccio notare che avevo fatto presente all’Ass.re che per noi il Patrocinio era essenziale per poter proseguire con i lavori.

Il 14/10/05 la Giunta Comunale rilascia il Patrocinio … anche qui devo dire che si sono susseguite diverse Giunte prima di arrivare al Patrocinio … perché non c’era il tempo, perché non c’erano tutti membri, ecc. …

In data 18/10/05 seguiva un primo incontro del sottoscritto presso la 3° Commissione Consiliare dove presentavo tutto il progetto e dove presentavo la prima nostra richiesta verbale di un impegno economico da parte dell’Amministrazione. In quella seduta il Consigliere Leonardi si fece avanti chiedendo se ero a conoscenza dell’esistenza del Gruppo G.E.M., da lui coordinato, e se potevo vagliare la possibilità di poter con loro collaborare. La risposta era stata in questi termini: <<so dell’esistenza del Gruppo G.E.M. … se sono riusciti ad organizzare la serata Musical durante “Maggio Roncadese” era stato un mio merito in quanto membro della Compagnia Teatrale Young Theatre che mise in scena il Musical “Passo dopo Passo”>> … e poi continuavo dicendo che … <<ci sarebbe stata sicuramente una collaborazione ma non in questo momento in quanto il progetto doveva essere ancora stilato in maniera dettagliata>>.

Ai primi di dicembre veniva consegnata a mano ad ogni Consigliere membro della 3° Commissione Consiliare una relazione che esplicava il lavoro svolto in tre mesi, il preventivo di spesa che si aggirava ad € 21.000,00 ed in più una foto di quello che sarebbe stato il palcoscenico usato per il concorso canoro, richiamando l’accordo verbale per la concessione di un contributo economico raggiunto nella seduta del 18/10/05 – seconda richiesta di contributo.

Nel frattempo per le diverse incombenze venimmo abbandonati dall’Ass.re Brondolin e passati nella mani del Tecnico Comunale il Sig. Favero.

Nessuno fino a questo momento ci comunicava l’obbligatorietà di costituire una Associazione e di iscriverla all’albo comunale … mi sembra corretto ribadire che l’Organizzazione era formata dal Gruppo “RONCADE SINE FINES” e dall’Ass.ne “SCUOLA & MUSICA” di Roncade, associazione iscritta all’albo comunale, quindi se l’Amministrazione non poteva dare al Gruppo R.S.F. il contributo perché non iscritto all’albo comunale, poteva darlo senza problemi all’Ass.ne Scuola & Musica avendo quest’ultima i requisiti richiesti dall’Amministrazione.

Non nascondo la mia insistenza nel chiamare telefonicamente per avere informazioni che di volta in volta mi sembrava giusto chiedere, tant’è che a gennaio 2006 venimmo spediti nella mani del Sig. Mazzaro Diego. Per ogni incombenza in merito all’organizzazione dell’iniziativa avremmo dovuto rifarci direttamente al Sig. Mazzaro. Nel primo incontro datato 30/01/06 veniva a quest’ultimo nuovamente presentata l’iniziativa nel suo complesso.

Il Sig. Mazzaro in quell’incontro ci chiese se, per quanto riguardava l’expo letterario, avevamo contattato la Biblioteca Comunale. La nostra risposta fu del tipo … non ancora ma è nostra intenzione farlo … e la sua risposta fu del tipo … se volete ci penso io. Noi lo ringraziammo e dal quel giorno della Biblioteca non ne abbiamo più sentito parlare … oggi capisco il perché.

In data 13/02/06 presentammo la formale richiesta di contributo economico intestata al Sindaco, come richiesto. – terza richiesta di contributo.

Lunedì 20/02/06 alle ore 12.00 ricevo una telefonata dal Sig. Mazzaro … le domande sono al quanto ambigue e strane. Il Sig. Mazzaro si presenta in questo modo … <<il Sig. Favero per la Giunta di stasera vuole una relazione del tipo chi è il Gruppo R.S.F., i nominativi dei membri, la finalità del Gruppo stesso ed inoltre mi chiede di indicare nella e-mail di risposta anche l’importo economico che indicativamente chiedete all’Amministrazione>>; su questo ultimo punto seguì una frase poco piacevole, per quanto mi riguarda del tipo …<<il Sig. Favero mi ha chiesto di chiederti di indicare un importo di circa € 1.500,00 perché il Comune non ha soldi ed inoltre è da considerare che il Comune mette a vostra disposizione strutture e mezzi e quindi non vi darà tutti i € 3.000,00 ma vi aiuta in qualche altro modo>>. La mia risposta fu molto repentina e cioè …<<io al Comune se voglio chiedo la copertura dell’intera spesa dell’iniziativa, sarà poi la Giunta a deliberare l’importo che più ritiene opportuno>>. Poi un dubbio che mi posi subito dopo era questo … ma come, la Giunta ad ottobre 2005 rilascia il Patrocinio e a febbraio 2006 si domanda a chi lo ha rilasciato?! E poi perdonatemi la malizia … fatalità in data 13/03/06 la Giunta approva il progetto “CONTEMPORANEITA’ SONORE” … quindi era da prassi amministrativa sapere quanti erano e chi erano i membri del Gruppo R.S.F., oppure volevate solo sapere contro chi stavate “lottando”?!

Intanto con il Gruppo “RONCADE SINE FINES” continuo a portare avanti il nostro lavoro …

Arriviamo ad incontrare il Gruppo G.E.M., un gruppo di giovani creato nel 2004 e coordinato dal Consigliere Leonardi. Presentiamo l’iniziativa che sin da subito viene accolta con molto entusiasmo; in quell’incontro avevamo presentato la nostra richiesta di collaborazione. Appena usciti dalla stanza dove eravamo riuniti, io e una amica del Gruppo “RONCADE SINE FINES”, inizia il dibattito in seno al Gruppo G.E.M.. I ragazzi entusiasti parlano bene della manifestazione ma ecco spuntare parole “diffamatorie” direttamente da un uomo di 50 anni che ricopre un ruolo pubblico in qualità di Consigliere Comunale nonché delegato per le politiche giovanili. In pratica cerca di frenare l’entusiasmo dei ragazzi definendoci dei “mercenari” che sono alla ricerca solo di facchini e operai e non di collaborazioni vere e proprie; non solo, ma incalza la dose dicendo che il nostro unico scopo è quello di mettersi in mostra, farci vedere meglio degli altri. Vorrei complimentarmi con il Sig. Leonardi per il modo esemplare con cui ricopre il suo ruolo pubblico … invece di educare alla collaborazione, visto che candeggia e molto per il C.T.A., diseduca. Complimenti davvero! Se poi penso che una ragazza del Gruppo G.E.M. ha osato definirlo invidioso …

Fortunatamente sono venuto a conoscenza dell’accaduto e in data 22/02/06 mi sono sentito obbligato a presenziare alla riunione della 3° Commissione Consigliare presieduta dal Consigliere Leonardi per candeggiare le difese della mia persona e di quella degli altri membri dei Gruppo R.S.F.. Siamo sinceri, non c’era la buona intenzione di farmi parlare … ma come, vedete un ragazzo che se ne stà in un angolo e segue in silenzio per due ore e mezza la seduta della Commissione e alla fine non domandate nemmeno cosa mi aveva portato ad essere presente quella sera? … Forse il Sig. Mazzaro vi aveva inoltrato la mia email del 20/02/06 dove comunicavo la mia presenza in Commissione per i motivi sopra riportati. Resta di fatto che solo attraverso il gentile intervento del Dott. Zerbinati ho avuto il modo di poter parlare e presentare le mie difese. Poi se mi permettete scrivo, anche se so che il peso che verrà dato non sarà quello dovuto, che la cortesia non è di casa in quella Commissione … il saluto per quanto mi riguarda non lo tolgo nemmeno al “cane” che ho a casa.

Poi ricordo all’Amministrazione che solo il 22/02/06 il Sig. Favero mi invitava a costituire una Associazione e ad iscriverla presso l’albo comunale … questo è avvenuto dopo che avevo messo in piazza la mia vergogna nel dovermi difendere da accuse ingiustificate portate avanti non da una persona comune ma da una persona che ricopre un ruolo pubblico in qualità di Consigliere Comunale.

Senza parlare che ci avete fatto modificare il nome della manifestazione … non so proprio a questo punto con quale criterio il Patrocinio sia stato dato ad ottobre.

Poi sono susseguiti altri piccoli fatti … diciamo che non è stata una vita facile e il rapporto da voi instaurato con il Gruppo R.S.F. non è stato proprio idilliaco.

Alla fine arriviamo a scoprire sabato 08/04/06, grazie al volantino che mio fratello ha ricevuto a casa, che l’Ass.to alla Cultura in collaborazione con una Ass.ne del Comune di Paese aveva organizzato la manifestazione Contemporaneità Sonore, approvata dalla Giunta solo in data 13/03/06.

Fin qui nulla da eccepire, nessuno ha mai azzardato dire che Contemporaneità Sonore avrebbe potuto danneggiare Una Città per Cantare.

Una Città per Cantare è una manifestazione per tutti, fatta in piazza dove nessuno avrebbe dovuto spendere € 1,00 per partecipare e che sarebbe costata al Comune € 3.000,00 … mentre Contemporaneità sonore è una manifestazione organizzata all’interno dei locali, non per tutti come voi avete ben definito, dove per partecipare occorre prenotare un tavolo che costa a persona € 25,00 e che al Comune è costata € 16.000,00.

Semplicemente ci sembrava strano il periodo, la coincidenza dell’uscita – Roncade si trovava ad avere come non mai una concentrazione di manifestazioni di un certo calibro – ma la cosa più strana ci sembravano i € 16.000,00 investiti in questa iniziativa.

Ma come, mi avevate sempre detto che non c’erano soldi ed ora tutto ad un tratto ne sbucano addirittura € 16.000,00?! Questo è il punto, egregio Ass.re ed egregio Consigliere Comunale, e non permettetevi di distogliere l’attenzione da questo punto! E’ vergognoso quello che state cercando di fare!

In risposta alle vostre domande:

-    Il nostro preventivo di spesa iniziale erano € 21.000,00 poi diventati € 15.000,00 per diverse economie fatte … questo però non doveva essere un vostro problema … noi avevamo chiesto all’Amministrazione € 3.000,00 e non € 21.000,00 … anzi a dirla tutta … se a fronte di una spesa di € 21.000,00 avevate in programma di destinarci € 1.500,00 a fronte di una spesa di € 15.000,00 quale sarebbe stata l’offerta?!

-    Nessuno ha imputato a voi o a chissà a chi la colpevolezza che il Castello fosse impegnato proprio nelle date della manifestazione. Rileggete la lettera e ditemi dove trovate questo passaggio.

-    In quanto ai mancati € 1.500,00 io non trovo risposte per il coraggio che avete di porre questo quesito… o meglio vi chiedo … conoscete il termine rispetto, dignità?! Ecco se conoscete il significato di questi due termini avete trovato la risposta.

-    Per quanto riguarda Contemporaneità Sonore, ho già risposto prima.

-    Mi stava bene attendere l’approvazione del bilancio per avere il contributo, ma perché questa condizione non valeva anche per Contemporaneità Sonore?! Mi stava bene ricevere solo € 1.500,00, se veramente Roncade gravava in gravi condizioni economiche … ma perché per Contemporaneità Sonore sono stati trovati € 16.000,00?! Perché nella Commissione del 20/02/06 lei Ass.re rispondeva al Consigliere Zerbinati - che nuovamente chiedeva alla Giunta di spendersi a favore di “UNA CITTA’ PER CANTARE” - faremo tutto il possibile quando questo non è stato fatto?! Perché vi fate forza sul fatto che eravamo un Gruppo e non una Associazione iscritta all’albo comunale visto che il contributo potevate darlo benissimo all’Ass.ne “Scuola & Musica”, Ass.ne iscritta all’albo comunale?! Come mai per un progetto approvato solo il 13/03/06, il 05/04/06 vengono destinati € 16.000,00, mentre la nostra domanda formale del 13/02/06 è stata congelata?!

Ditemi, vi costava dirmi che c’era in programma anche un’altra manifestazione dove eravate intenzionati ad investire una cifra simile? Dovevate per forza mentire con la solita scusa che non ci sono soldi? Ditemi, perché non avete considerato il lavoro svolto da 5 ragazzi roncadesi che per 8 mesi si erano spesi per realizzare una cosa che voleva essere positiva per tutto il territorio?! Ditemi dove abbiamo sbagliato …

Nelle sue conclusioni, Ass.re, lei ha onestamente ammesso la sua incompetenza esternando anche la Sua consapevolezza di essere “deludente” nel fornire le risposte richieste.

Non vi nascondo, il rammarico, l’amarezza, la tristezza, anche la vergogna nel vedere com’è stata gestita questa partita. Tutto potevo aspettarmi, ma certamente quella di avere contro un’Amministrazione Comunale in questi termini era una variabile che non avevo considerato.

Quando viene meno il rispetto, la dignità, l’uomo non è più nulla … lo insegni Sig. Leonardi ai suo ragazzi e lo insegni Sig.ra Brondolin ai suoi alunni. La politica serve nella vita, ma non è tutto! Ci sono ben altri valori, principi che vanno oltre il “semplice” concetto di politica e che innalzano il valore della vita … il nostro Sindaco questo lo saprà visto la sua esperienza da catechista e animatrice nella parrocchia di S. Cipriano e auspico che vi possa illuminare su questo.

Non me ne voglia Ass.re e non me ne voglia neppure lei Consigliere se vi tedio con il mio concetto di responsabilità … è importante comunque prendere coscienza della realtà e non cercare di arrampicarsi sugli specchi, perché è questo che dimostrate di fare avvallando così la mia definizione di Amministrazione pretestuosa.

Resto in attesa di ricevere le risposte alle domande poste.

Cordiali saluti.    

Christian Guerra