TITY.jpg (7413 byte)
   

Tavolo per

inceneritori

   
TERMOV.jpg (12684 byte)
         
Se ne parla il 16 maggio.
Ecco le linee guida
  
14 maggio 2006

Dopo la grande manifestazione contro l’inceneritore tenutasi a Treviso il 18 Marzo scorso, una delegazione dei Comitati Riuniti aveva incontrato il presidente della Provincia Muraro ed aveva ottenuto la convocazione di un tavolo di lavoro attorno al quale far sedere le amministrazioni comunali coinvolte, la Provincia, dei tecnici e i rappresentanti dei comitati stessi.
L’obiettivo è quello di cercare soluzioni al problema ed alle preoccupazioni suscitate dal progetto promosso da Unindustria per la costruzione degli impianti di Silea e Mogliano Veneto.

L’appuntamento è stato fissato per Martedì 16 Maggio alle ore 12:00, e i Comitati Riuniti hanno messo a punto le linee guida da proporre come alternativa alla termodistruzione dei rifiuti, linee che si rifanno a soluzioni virtuose già sperimentate o comunque facilmente praticabili.

I punti salienti si possono essere riassunti sinteticamente: privilegiare forme di prevenzione della produzione dei rifiuti con riduzione alla fonte; incentivazione di forme innovative di produzione, imballaggio commercializzazione e distribuzione dei prodotti; diffusione di nuovi modelli di consumo e comportamento delle famiglie; estensione della raccolta differenziata spinta porta-a-porta anche in realtà complesse della Provincia; l’applicazione di Tariffe che premino i comportamenti virtuosi; miglioramento delle procedure di recupero; gestione della filiera produttiva secondo i criteri della Gestione Ambientale in Qualità Totale (TQEM); introduzione di sistemi gestionali territoriali informatizzati per migliorare l’efficienza del sistema e la riduzione dei costi; costante attività di comunicazione ed informazione rivolta alla cittadinanza ed alle attività produttive; sostegno e sviluppo di un mercato del recupero strutturato a livello locale; l’estensione della metodologia applicata ai rifiuti urbani anche alle aziende ed ai rifiuti speciali.

Le idee sono molte e molto concrete, le difficoltà da affrontare altrettanto, ma il problema dei rifiuti e della loro gestione è talmente complesso da prevedere necessariamente il coinvolgimento di tutti i soggetti sociali e della classe politica in particolare. Per questo motivo i rappresentanti dei Comitati Riuniti fanno sapere che alle prossime elezioni Amministrative il loro favore sarà fortemente determinato dall’attenzione dei candidati ai temi ambientali, paesaggistici e di salute pubblica.

Lorenzo Pezzato
Presidente Com. Citt. Biancade