TITY.jpg (7413 byte)
   

Motivi

pretestuosi

   
COMUNE.jpg (12572 byte)
         
Il Comune replica ai promotori di "Una città per cantare".
Nella decisione di sospendere ci sono ragioni poco chiare
  

 

2 maggio 2006

L'Amministrazione Comunale di Roncade, in merito al "conflitto" evidenziato dall'associazione "Roncade Sine Fines" per la manifestazione "Una città per cantare" - prima organizzata e poi sospesa - risponde ai promotori con il seguente documento:

Gentile Sig. Christian Guerra,
           


            doverosamente rispondiamo alla Sua del 14 Aprile u.s. con quale comunicava la rinuncia alla realizzazione del progetto “Una città per cantare” individuando in questa Amministrazione Comunale la causa principale della mancata realizzazione. Ella dichiara infatti che, “non è assolutamente possibile lavorare in modo sereno e costruttivo in un clima fazioso organizzato dalla stessa Amministrazione del Comune nel quale risiediamo”. Non sono nel modo più assoluto accettabili queste dichiarazioni per come si sono susseguiti realmente i fatti. Eccone la cronistoria:
-    26 settembre 2005: Lei, Christian, in rappresentanza del gruppo Roncade “Sine Fines”, illustra all’assessore Brondolin il progetto “Una città per cantare” chiedendone verbalmente il patrocinio;
-    30 settembre 2005: in occasione del Consiglio Comunale, il Cons. Zerbinati con mozione scritta e indirizzata al Sindaco, chiede, per la manifestazione, il patrocinio aggiungendo a mano richiesta di sponsorizzazione;
-    8 ottobre 2005: in seduta 3^ Commissione, fuori o.d.g. e al termine della seduta, il Consigliere Pravato a nome del ConsIgliere Zerbinati, perora per la concessione del patrocinio da parte della Giunta (N.B.: a questa data la richiesta scritta non era pervenuta nonostante le sollecitazioni telefoniche da parte dell’assessore Brondolin e del Funzionario Favero);
-    14 ottobre 2005: la Giunta Comunale, con atto n° 148, concede il patrocinio alla manifestazione;
-    30 gennaio 2006: Lei incontra il Sig. Mazzaro, Direttore ai Servizi Sportivi Comunali e incaricato per offrire supporto tecnico-organizzativo per la Sua iniziativa, si susseguono comunicazioni con consigli tecnici e suggerimenti alla S.V. anche per sollecitarLa a formalizzare la richiesta di contributo;
-    13 febbraio 2006: inoltro da parte della S.V. di formale richiesta di contributo (N.B. per ottenere contributi dall’Amministrazione Comunale è necessaria l’iscrizione all’Albo Comunale delle Associazioni)
-    20 febbraio 2006: la domanda di contributo è all’o.d.g. della Giunta che si riserva di definire la somma da erogare in attesa della stesura definitiva del bilancio di previsione, (N.B. riserva adottata anche per i contributi da erogare per tutte le altre richieste);
-    22 febbraio 2006: in seno alla 3° Commissione Lei trova, senza il minimo ostacolo, opportunità di spiegare quanto ritiene utile in rapporto alla manifestazione e riceve dal Funzionario Favero, in qualità di segretario della Commissione in corso nonché della precedente seduta di Giunta, precise informazioni inerenti le ragioni tecniche della decisone di Giunta. Il Sig. Favero aggiunge che a suo parere, in base alle conosciute disponibilità del bilancio in corso di formulazione, il contributo non potrà essere superiore ai 1.000 – 1.500 euro e Le ribadisce la necessità di iscrizione della Roncade “Sine Fines” all’Albo Comunale delle Associazioni per l’ottenimento del contributo.
-    14.04.2006: a questa data, ancora non è pervenuta nessuna domanda di iscrizione all’Albo Comunale delle Associazioni da parte di Roncade “Sine Fines”.

Fin qua la cronistoria, per evidenziare come non vi sia stata trascuratezza e perdita di tempo né da parte dell’Amministrazione Comunale né da parte dei Funzionari Responsabili degli Uffici. Ci permetta però qualche altra considerazione che talvolta non trova risposta in quanto i fatti si contraddicono:
-    Il preventivo di spesa era di 21.000 euro, successivamente diventano 15.000 euro. Quale era il reale costo dell’iniziativa?
-    Sono stati sufficienti 1.500 euro di differenza, non concessi dall’Amministrazione Comunale, per far fallire la Sua iniziativa?
-    E’ da imputare all’Amministrazione Comunale il fatto che il Castello, proprietà privata sulla quale l’Amministrazione non ha facoltà di decisione per il suo utilizzo, fosse già impegnato per le date della Sua manifestazione?
-    la manifestazione ”Contemporaneità Sonore” non danneggiava affatto la Sua iniziativa in quanto concerti di musica dell’800; le due iniziative si rivolgono a target diversi, con stili musicali diversi, con finalità diverse, con tempi di svolgimento diversi,……..

Gentile Sig. Guerra, amareggiano gratuite considerazioni sull’operato di Amministratori e Funzionari della Città di Roncade che sanno più di battaglia politica che di normale rapporto tra cittadini e Amministrazione Comunale.
Auspichiamo che Ella possa trovare risposte ai molti suoi interrogativi e consideri meno “pretestuosa” questa Amministrazione Comunale.
Distinti saluti.

L’Assessore alla P. I.
                                Dina Brondolin

                                   
                                Il Consigliere Delegato
                            Sergio Leonardi