TITY.jpg (7413 byte)
   

Pista ma

per chi?

   
BICI.jpg (14519 byte)
         
Auto parcheggiate, slalom obbligatori e segnaletica assente.
Una pista ciclabile mai veramente finita dal 1990
  

 

23 novembre 2005

ASPETTANDO GODOT

Siamo prossimi al Santo Natale e per l’occasione Vi voglio raccontare una storia.
Sembra tratta dal tristo repertorio di oblio e indolenza degli accadimenti meridionali, invece riguarda il nostro comune e precisamente via Pantiera dove abito.

Correva l’anno 1990, o poco più, quando l’amministrazione comunale iniziò i lavori della pista ciclabile e del marciapiede nel tratto che va dall’incrocio con via Roma all’entrata degli impianti sportivi.
Bel lavoro, terminato nei tempi stabiliti e pronto all’uso……....ma a quale uso?
La domanda è d’obbligo perché da quell’epoca non si è mai provveduto a dotare l’opera dell’adeguata segnaletica per capire cos’era e in mancanza di controindicazioni tutti ne hanno approfittato per parcheggiare comodamente la propria auto e chi addirittura il camion (con rimorchio).
A nulla valsero i richiami sia agli amministratori che ai vigili, probabilmente a tutt’altre faccende affaccendati (le fatidiche priorità).
Considerando il tempo trascorso si è trattato sicuramente di un elenco sterminato e di cose molto più importanti di questo piccolo problema che riguarda un breve tratto di strada che tra l’altro porta al ………cimitero.

Sta di fatto che arriviamo ai giorni nostri (si fa per dire) e il 30 Luglio 2004 prendo carta e penna e presento istanza al sindaco perché risolva la questione.
Il 17 settembre (carta intestata CITTA’ DI RONCADE), il sindaco mi risponde che è tutto OK : con ordinanza n° 49 CS. 2004 della Polizia Municipale (di cui mi si allega copia) si è provveduto all’istituzione di un percorso ciclo-pedonale.
Da allora avete visto qualcosa ? Assolutamente no!
Malgrado i ripetuti solleciti, nulla di nulla, con tanti saluti dell’ordinanza e di quanti (assessori compresi), si erano detti fiduciosi di una celere soluzione.

Un mese fa, stanca di fare slalom su e giù per schivare le auto parcheggiate, sono andata dal difensore civico chiedendo il suo intervento.
Qualche giorno dopo telefona per assicurarmi che “gli addetti” avrebbero provveduto quanto prima alla definitiva sistemazione della ciclo-pedonabile (evviva!!!).
Ed invece no, sono ancora qui che aspetto Babbo Natale che me la porti in dono.
Probabilmente passerà anche la befana e poi forse arriverà con l’ovetto di Pasqua.

Non è proprio una bella storia, è solo molto lunga………aspettando Godot (dal 1990, o poco più).
Cordialmente

Lucia Carraretto