TITY.jpg (7413 byte)
   

Gatto o

topo?

   
MASCIA.jpg (11313 byte)
         
Mascia: tranquillizzte il consigliere della Margherita. Il lusso non è votare ma poter dire come la si pensa.
  

 

10 giugno 2005

Vi prego rassicurate il preoccupatissimo consigliere Gatto ..che forse ha paura di far la fine "del topo" ma per colpa dei suoi in crisi d'identità (Rutelli Francesco, Francesco Rutelli?! alla faccia di Amleto)

Tutto si può dire del nostro Bel Paese tranne che non si lasci libertà di esprimere le proprie idee...anche le più "sinistre" e assurde!!!

Se qualcuno sente minacciata la sua libertà personale qui oggi o è disattento - invece di disprezzare il "regime imperante in Italia" farebbe bene a vivere qualche tempo, non da turista, nei paesi ove ancora resistono Repubbliche Democratiche nate dalle liberalissime rivoluzioni filo-sovietiche o di ispirazione comunque comunista (vedi la meravigliosa Cuba, la democraticissima Cina, e chi più ne ha più ne metta..); oppure è in malafede - non ho ancora visto sparire nella notte dissidenti politici al Governo attuale o inaugurare gulag in qualche isola dispersa!

E' poi - questo sì - diseducativo, inconcepibile e grave che un esponente delle istituzioni locali si esprima con toni così catastrofici, paventando fantasmi che dovrebbero esser stati cancellati dalla Storia...come si è permesso di fare il consigliere comunale di cui sopra.

Il lusso non è "poter andare a votare di questi tempi" ma poter dire sempre e comunque la propria, ovvero poter trasmettere tutte le cose che ci passan per la testa usufruendo di mezzi di comunicazione di massa ormai usufruibili da tutti senza che alcuno ci dica "guarda che forse qui stai sbagliando, guarda che forse non è bene tu dica queste cose...per l'impatto che ciò che dici potrebbe avere sugli altri!

Mi permetto infine di dire che io NON ANDRO' A VOTARE DOMENICA...per il semplice fatto che non mi sento in grado di esprimere un'opinione scientificamente corretta nè umanamente e cristianamente coerente...
Mutuando dall'editoriale di ieri sulla Tribuna di Treviso a firma di Ferdinando Camon, non mi sento in coscienza di dire che l'embrione umano sia "solo un piccolo ammasso di cellule" ma nello stesso tempo non sono nemmeno in grado di dirimere la questione sulla rivoluzionaria importanza delle cellule staminali per il miglioramento della vita umana futura.
Queste scelte dovrebbero a mio avviso essere prese dai nostri rappresentati in sede legislativa con l'avvallo non fazioso ma concretamente utile di una commissione scientifico-etica super partes.

Saluti a tutti.

Cons.Com.le Boris MASCIA(A.N.)

P.S. permettermi ancora di scherzar dicendo... al "gatto" che non c'è nessun mastino nazistoide che attenta alla sua coda ma forse ancora qualche "pantegana rossa" che infesta la Democrazia.
Spero qualcuno non se la prenda ...ma qualcuno diceva che la "verità" è come le supposte...