TITY.jpg (7413 byte)
   

La Lega

precisa

   
LEGA.jpg (17043 byte)
         
A Roncade situazione ridicola e triste, c'è un sindaco-ombra e ogni conseguenza ricadrà sulla comunità.
Per coerenza Rubinato dovrebbe rimettersi agli elettori.
La Lega, comunque, non sarà mai la stampella di alcuno
  

 

2 agosto 2005

COMUNICATO STAMPA

In seguito agli accadimenti dei consigli comunali del 30/06 e del 29/07 u.s la sezione di Roncade della Lega Nord Liga Veneta, ritiene opportune alcune precisazioni:

1.    Piruea: I consiglieri comunali della Lega Nord hanno votato a favore dei Piruea in piena coerenza con quanto dichiarato nel programma elettorale. Riteniamo che i Piruea essendo comunque delle riqualificazioni ambientali siano sempre positive. Le amministrazioni precedenti hanno già fatto scempio del territorio comunale. E’ ora di recuperare le zone dismesse prima di edificare in zone vergini. E’ altrettanto vero che poi deve essere l’amministrazione a vigilare affinchè l’operato dei privati sia conforme agli accordi presi. Non ultimo è positivo il ritorno d’interesse pubblico. Infatti visto che il bilancio comunale è disastrato (al punto di dover aumentare l’ICI al 7 per mille) solo il ritorno economico dal Piruea consentirà la realizzazione d’opere pubbliche a vantaggio di cittadini altrimenti non fattibili. Quali sono poi gli obbiettivi di chi pensa sempre solo a criticare e quali le loro proposte alternative? Prima di definire “impopolari” le nostre scelte, dovrebbero spiegare ai loro elettori quanti e quali obbiettivi hanno finora raggiunto nella loro lunga carriera politica. La coerenza della Lega Nord che rivendica da sempre di lavorare nell’interesse dei cittadini, dà chiaramente fastidio a tutti coloro i quali hanno interessi diversi.

2.    Rapporti interni alla maggioranza. Il conflitto Sartor – Rubinato è di difficile interpretazione. Non crediamo si tratti solo di difficili rapporti personali. Forse ci sono vecchie promesse da mantenere, forse si è già aperta la partita interna alla Margherita per le prossime elezioni politiche e provinciali (e forse comunali?) del 2006. Resta il fatto che le conseguenze di questa ridicola e triste situazione ricadranno totalmente sulla comunità Roncadese. Noi della Lega Nord, i nostri problemi interni, li abbiamo già risolti da tempo. E’ chiaro che la creazione di un gruppo autonomo (che avrà pure le sue ragioni) avrà delle importanti ripercussioni all’interno del consiglio comunale. In questa situazione l’attuale Sindaco non rappresenta sicuramente più la maggioranza degli elettori. Cosa farà la Rubinato, dopo aver vinto per 19 voti, trovandosi a governare per altri 4 anni costretta a contrattare ogni decisione con il Sindaco – ombra Sartor? A nostro avviso per coerenza dovrebbe rimettersi al giudizio degli elettori.

3.    Stampella. La Lega Nord di Roncade non ha fatto e non farà mai la stampella a nessuno. Continuerà a decidere autonomamente sia a livello politico che amministrativo a tutela dei cittadini considerato il fatto che non ha vincoli, accordi o favori da restituire a nessuno.

Segreteria Liga Veneta – Lega Nord Padania Roncade