TITY.jpg (7413 byte)
   

Troppi

cantieri?

   
CANT.jpg (17251 byte)
         
A Roncade si costruisce senza tener conto delle proiezioni demografiche
  

 

29 novembre 2005

Gli studi demografici più recenti dell'università di Venezia indicano una crescita della popolazione della provincia di Treviso, nei prossimi 15 anni, di 62 mila unità, dalle 838 mila di oggi. L'Osservatorio Economico della Marca si spinge un po' oltre, fino a prevedere un incremento di 100 mila abitanti.

Roncade ha oggi l'1,4% della popolazione della provincia. Se gli abitanti dovessero crescere in modo proporzionale in tutta la provincia nel 2.020 avremmo - nell'ipotesi di massimo aumento - circa 1.400 residenti in più, poco meno di 95 nuovi roncadesi ogni anno.
Considerando che essi siano raggruppati in famiglie medie di tre persone, ci sarà bisogno, al massimo, di 32 case in più ogni anno (se fossero più attendibili gli studi di Ca' Foscari ne basterebbero meno di 20).

Teniamo però presente che la popolazione della provincia di Treviso, sempre in base a studi condotti da entrambi i soggetti oltre che da altri osservatori (esempio le organizzazioni sindacali), crescerà soprattutto grazie ai flussi di immigrati (italiani ma prevalentemente stranieri) più robusti nella Marca che in altre province.
Consideriamo che Roncade è uno dei comuni con la più bassa percentuale di extracomunitari (poco più del 3%), una tendenza che, a meno di improbabili scenari (una forte industrializzazione dell'area o la creazione di grosse strutture sanitarie per parlare degli ambiti in cui oggi sono maggiormente occupati gli stranieri), non dovrebbe cambiare.
Il nostro comune, cioè, avrà probabilmente una crescita demografica più lenta rispetto ad altre zone della Marca (la pedemontana, la castellana, il montebellunese, la fascia tra Mogliano e Casale) e dunque, quei venti o trenta appartamenti l'anno da costruire, forse saranno già troppi. Comunque, tranne qualche unità, per avere mercato dovranno essere case a basso prezzo per immigrati e giovani coppie. In caso contrario rimarranno pure scatole vuote ad uso speculativo.

Abbiamo un'impressione è sbagliata o a Roncade, alla luce di quanto detto, si sta in realtà costruendo più del necessario?

Roncade.it