TITO2.jpg (4360 bytes)
   

10 ore di

festa

   
KOSMO.jpg (13991 bytes)
         
In 4.000 al Kosmoparty. Proteste, però, per il rumore
  

 

4 agosto 2003

All'inizio erano in trecento sull'aia di una grande casa di campagna a festeggiare un compleanno e a tirar mattina tra musica techno, birre e costicine. La notte tra sabato e domenica scorsi a ballare si sono trovati in quattromila, la star della serata era il dj newyorkese Armand Van Helden ma il Dna non era cambiato, stesso cascinale e stessi panini con sopressa nostrana.

Il segreto del Kosmoparty, idea geniale di due fratelli di Monastier che ha preso forma cinque anni fa nei campi tra Roncade e la laguna, tanto segreto in fin dei conti non è. "D'estate la gente vuole divertirsi in maniera più sciolta, non chiudersi nelle discoteche con l'aria condizionata - dice Fabio Barbieri, uno degli organizzatori - e di locali all'aperto ce ne sono pochi.

KOSMO1.jpg (53361 bytes)

Perciò sono tutti ben felici di venire qui, tra gli alberi secolari, a ballare in sandali o scalzi e poco importa se per arrivare le macchine si impolverano negli stradoni sterrati". Semplicità che comunque non va in conflitto con la tecnologia.

KOSMO2.jpg (49854 bytes) Le consolle montate su un palco da otto metri per dieci sono quanto di meglio si possa trovare in Europa e lo staff mestrino che ha curato la diffusione delle immagini sui megaschermi ha mandato in giro operatori acrobati con telecamere fissate anche sui polsi.

Le registrazioni audiovideo - tra cui un remissaggio dei Nirvana che, dicono, entrerà nella leggenda - non rimarranno tra i reperti degli addetti ai lavori ma presto cominceranno a girare gratuitamente, da masterizzatore a masterizzatore, e non a caso il biglietto d'ingresso ha le dimensioni della copertina di un DVD. Promessa per il prossimo anno? "Un'altra bomba - assicurano - più forte di Van Helden. Ma questo sì è segretissimo".

   

6 agosto 2003

Sarà pure un successo, però i signori organizzatori dovrebbero rispettare la cittadinanza che di notte vuole riposare. Con questo non voglio dire che non debba fare tale festa, ma tenere la musica più bassa quello sì, lo pretendo anche se è solo per una notte ed è di sabato.
Il sottoscritto, che abita nelle vicinanze del luogo dove fanno il Kosmoparty, ha sentito benissimo che i signori abbassavano il volume, probabilmente al momento dei controlli, e poco dopo improvvisamente alzavano il volume a decibel proibiti.
Ci vuole rispetto anche per chi di notte vuole dormire. Ci sono delle norme di civile convivenza che vanno rispettate.C'è un limite a tutto. TENERE IL VOLUME DELLA MUSICA A QUEI LIVELLI FINO ALLE 8:00 DEL MATTINO MI SEMBRA ESAGERATO.

Cordiali Saluti

 
Un cittadino di Musestre